cerca CERCA
Venerdì 19 Agosto 2022
Aggiornato: 20:33
Temi caldi

Genova, Dtl e Inps scoprono impresa con omissione contributi per 400 mila euro

18 aprile 2014 | 18.15
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Un'omissione di contributi per oltre 400 mila euro è stata scoperta dagli ispettori del lavoro della Dtl (Direzione Territoriale del Lavoro) di Genova e dai colleghi dell'Inps in un'impresa genovese di spedizioni che opera in sub-appalto per conto di due primarie aziende del settore.

Il periodo oggetto della verifica congiunta va da dicembre 2009 a maggio 2013, con circa una trentina di posizioni lavorative passate al setaccio. In cinque di queste, gli ispettori non hanno trovato alcun contratto di lavoro: autisti dei furgoni dunque completamente in nero, con evidenti riflessi anche in materia assicurativa in caso di incidenti e violazioni del codice della strada.

Secondo quanto riferiscono gli investigatori, è stata la tecnologia a fornire i riscontri certi sugli orari e sulle modalità di esecuzione del trasporto: ogni consegna ormai viene tracciata con i computerini palmari, che percorrono insieme al pacco tutto l'itinerario, dalla partenza del mattino dal deposito principale fino al domicilio del destinatario.

E così, spulciando con pazienza i tabulati delle spedizioni e quelli dei telepass, gli ispettori della Dtl e dell'Inps di Genova hanno ricostruito le singole posizioni lavorative, scoprendo l'evasione contributiva all'Inps oltre alle omesse registrazioni delle ore effettivamente lavorate, con relative sanzioni di circa 12.000 euro a carico dell'impresa. Per il recupero del credito l'Inps ha chiamato a rispondere in solido le imprese appaltanti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza