cerca CERCA
Venerdì 26 Febbraio 2021
Aggiornato: 16:50
Temi caldi

Genova, Waterfront di Levante: via a lavori nuovo Palasport

20 gennaio 2021 | 19.24
LETTURA: 2 minuti

Sono iniziati questa mattina con i primi mezzi in azione e la prima demolizione di una scalinata esterna, i lavori per la realizzazione del nuovo Palasport di Genova che sorgerà nell'area interessata dalla futura realizzazione del Waterfront di Levante, firmata dall'architetto genovese Renzo Piano. Cronoprogramma fissato ad un anno e mezzo con l'obiettivo di terminare i lavori entro la primavera del 2022: la riqualificazione del Palasport sarà portata avanti dalla CdS Holding spa, che ha acquistato la struttura per un totale di 14 milioni e 250 mila euro, mentre l’investimento complessivo per il recupero dell'edificio è di 94 milioni di euro.

Il percorso di riqualificazione servirà a ridisegnare la zona della Fiera di Genova e l'affaccio al mare della città. Dopo le operazioni di strip out (smontaggio selettivo) e di bonifica, adesso si tratterà di asportare il rivestimento esterno del Palasport e abbattere le gradinate interne, per proseguire poi con lo scavo dell’autorimessa interrata che ospiterà 674 posti auto. Il progetto prevede di confermare la vocazione sportiva del Palasport, realizzando un’arena di circa 5 mila metri quadrati nella cui gestione sarà coinvolto anche il Coni, che sarà polifunzionale e modellabile per ospitare anche eventi e concerti. Intorno sorgerà invece un distretto commerciale tematico con al centro i temi del turismo, dello sport, della produzione locale e della nautica.

Le aree esterne invece saranno il fulcro della rigenerazione urbana dove troverà spazio una parte del grande parco collegato agli altri lotti del Waterfront, con filari di alberi ad alto fusto e un tratto della pista ciclabile che attraverserà tutta l’area.In parallelo iniziano proprio in questi giorni anche i lavori di demolizione dei padiglioni dell’ex Fiera di piazzale Kennedy, propedeutiche allo scavo dei canali per la completa attuazione del Waterfront. Al posto dei padiglioni l'acqua tornerà protagonista: il canale principale avrà una lunghezza di 200 metri per 35 di larghezza, mentre il canaletto tra il Palasport e il Padiglione B partirà con una larghezza minima di 10 metri si estenderà fino a 40 in un percorso che dall’attuale marina di fianco alla tensostruttura salirà verso nord lambendo il Palasport.

Intorno, come pensato dallo stesso Renzo Piano, ci saranno le banchine che saranno animate dalla presenza di locali destinati a connettivo urbano (negozietti, ristoranti, attività nautiche e così via), in parte di realizzazione pubblica e in parte privata. Su entrambi i lati dei canali sono previste ampie banchine pedonali ad uso pubblico, che avranno una larghezza compresa tra i 6 e i 18 metri lungo il canale principale e pari a 3 metri lungo il canaletto. Nel frattempo si realizzerà l’accesso all’area fieristica grazie alla nuova viabilità prevista dal progetto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza