cerca CERCA
Mercoledì 05 Maggio 2021
Aggiornato: 12:24
Temi caldi

George Floyd, alla convention Dem 1' di silenzio e il ricordo del fratello

18 agosto 2020 | 08.09
LETTURA: 1 minuti

Philonise Floyd: "George dovrebbe essere vivo oggi, ora spetta a noi portare avanti la lotta per la giustizia"

alternate text
(Fotogramma)

Si è aperta con un minuto di silenzio in memoria di George Floyd la convention democratica iniziata la scorsa notte a Milwaukee in modalità virtuale. Presente con un videomessaggio anche il fratello Philonise, che ha ricordato tutti quelli che sono morti per mano della polizia. George Floyd è morto soffocato il 25 maggio scorso durante un fermo di polizia, dopo che un agente gli aveva tenuto il ginocchio sul collo per nove minuti. Da allora, in diverse città americane e per diverse settimane si sono susseguite proteste per denunciare le violenze della polizia contro gli afroamericani.

"George era una persona altruista. Ha sempre fatto sacrifici per la sua famiglia, per i suoi amici e persino per perfetti sconosciuti. George aveva uno spirito generoso che ha preso vita per le strade della nostra nazione e del mondo: persone di ogni razza, sesso ed età che protestano pacificamente in nome dell'amore e dell'unità", ha detto Philonise Floyd nel suo intervento.

"E' un'eredità appropriata per nostro fratello, ma George dovrebbe essere vivo oggi", ha rimarcato ricordando anche altri afroamericani vittime della violenza. "Ora -ha proseguito- spetta a noi portare avanti la lotta per la giustizia. Le nostre azioni saranno la loro eredità. Dobbiamo sempre trovarci in quelli che John Lewis chiamava 'guai buoni'. Per i nomi che non conosciamo, per i volti che non vedremo mai, per coloro che non possiamo piangere perché i loro omicidi non sono diventati virali".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza