cerca CERCA
Sabato 10 Aprile 2021
Aggiornato: 14:00
Temi caldi

Teatro: Geppi ed Elio coniugi Addams per 'andare controcorrente'

22 febbraio 2015 | 17.40
LETTURA: 4 minuti

"La componente dark e un po' macabra è minima, la caratteristica preponderante è l'andare 'controcorrente', la contrapposizione agli uomini cosi' detti 'normali". Elio racconta così 'La famiglia Addams' che sta portando nei teatri italiani con Geppi Cucciari, lui nei panni di Gomez, lei in quelli di Morticia (Guarda la clip)

alternate text
Elio e Geppi Cucciari in scena in 'La famiglia Addams'

"La componente dark e un po' macabra è minima, la caratteristica preponderante è l'andare 'controcorrente', la contrapposizione agli uomini cosi' detti 'normali", dice Elio all'Adnkronos pochi minuti prima di andare in scena sul palco dell'Auditorium Conciliazione di Roma. Elio e Geppi Cucciari sono i coniugi Gomez e Morticia de 'La famiglia Addams', l commedia musicale diretta da Giorgio Gallione, in tournée nei teatri italiani dallo scorso 17 ottobre.

"Mi piace molto andare 'controcorrente' e credo che sia il modo giusto di vivere perchè adattarsi alla normalità è il miglior modo per addormentare la propria intelligenza -dice Elio- io interpreto l'andare 'controcorrente' come il metodo per cercare sempre nuove vie e nuove strade artistiche. Ho cavalcato questa anormalità in modo del tutto normale e non ho fatto grandi sforzi per infilarmi nei panni di Gomez". Geppi è stata una compagna di scena efficace: "Anche lei ha sempre percorso strade fuori dall'ordinario. E' una donna molto intelligente, assai curiosa, attirata dalle cose strane. Geppi ha interpretato e caratterizzato al meglio il suo personaggio"

In camerino, mentre si trucca per andare in scena, Geppi racconta così la sua Morticia: "Possiede la simpatia di chi dice sempre la verità, senza temere nessuno. Generalmente chi possiede queste caratteristiche è simpatico, più o meno volontariamente". In ogni donna c'è un po' di Morticia?: "Si certo -dice Geppi con la sua nota ironia- in fondo le sfumature delle donne sono tante e diverse. Ci sono donne forti, passionali, dispotiche, caratteriali e anche psico-disturbate".

"Prepararsi al musical è un lavoro molto duro -dice Elio- ma il musical è una di quelle imprese che ho sempre voluto intraprendere. Trovo questo genere molto interessante perchè in Italia è fuori dalla norma ma ha moltissimi punti di forza. In questo caso, c'è stato un esperto adattamento di Stefano Benni al quale noi abbiamo contribuito con aggiunti e cambiamenti. Poi ci sono i costumi meravigliosi, altrettanto dicasi per le scenografie e la regia di Giorgio Gallione. Inoltre, io e Geppi siamo la punta dell'iceberg di un'intera compagnia di professionisti di altissimo livello, con i quali ho il piacere di collaborare".

"Io amo il teatro -dice Geppi, mentre la truccatrice si affretta a impallidirle il viso con il cerone- è una magia: la gente esce di casa per venirti a vedere e deve sceglierti ogni sera. Ogni sera devi garantire agli spettatori di non pentirsi della propria scelta. Ogni giorno ricomincia, da capo, il rapporto tra te e chi hai davanti e a cui devi offrire ciò che si aspetta di trovare. E' bello, almeno per me". Geppi, semiseria, confessa poi di avere difficoltà con gli accenti: "Ho studiato dizione per la prima volta nella mia vita -confessa l'attrice- eppure continuo a stressarmi per le vocali che sbaglio. Ho studiato molto il canto e anche là continuano a dire che dovevo studiarlo di più".

La coppia Gomez-Morticia non si separerà mai ma quella Geppi-Elio programma già il 'divorzio': "Mi piacerebbe che quest'esperienza non finisse qui -dice Elio- mi sono trovato molto bene con tutti. Il musical è una cosa che so di poter fare e poi questa è una commedia in musica visto che ci sono molte parti in prosa", insomma lui vorrebbe continuare a frequentare il genere. Geppi, a quanto pare non la pensa così: "Si, il musical ci sta piacendo, ma metteremo la stessa passione in una cosa diversa e nuova -dice- una delle cose più belle credo che sia cambiare e fare delle cose sempre diverse. Questa l'abbiamo fatta e sarà difficile ripeterla così, quindi forse non la faremo più. Non sarà per il prossimo lustro ecco".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza