cerca CERCA
Domenica 29 Maggio 2022
Aggiornato: 00:31
Temi caldi

Germania, rapporto chiama in causa Ratzinger: abusi sessuali nella sua Arcidiocesi

20 gennaio 2022 | 13.27
LETTURA: 2 minuti

"Comportamenti scorretti in quattro casi", ma il Papa Emerito respinge ogni addebito

alternate text

Il rapporto reso noto oggi sui presunti abusi sessuali compiuti nell'Arcidiocesi cattolica di Monaco e Frisinga chiama in causa anche il Papa Emerito Benedetto XVI. Joseph Ratzinger, secondo il rapporto, si sarebbe reso responsabile di comportamenti scorretti in quattro occasioni, tra il 1977 e il 1982, quando era arcivescovo di Monaco e Frisinga. Il Papa Emerito ha respinto ogni addebito.

Oltre al Papa Emerito Benedetto XVI, il rapporto chiama in causa altri due cardinali. Si tratta del cardinale Reinhard Marx, arcivescovo uscente, che ha rifiutato l'invito a prendere parte alla presentazione del rapporto. Marx è accusato di condotta scorretta in relazione a due presunti casi di abusi sessuali. La posizione di Marx è in relazione alle denunce inoltrate alla Congregazione per la Dottrina della Fede in Vaticano, secondo quanto rilevato dallo studio legale Westpfahl Spilker Wastl (Wsw), che ha realizzato il rapporto per conto dell'Arcidiocesi di Monaco e Frisinga.

Nel documento si accusa anche l'ex arcivescovo di Monaco Friedrich Wetter, ritenuto responsabile di comportamenti scorretti in 21 casi. Ratzinger, anche'egli in passato arcivescovo di Monaco e Frisinga, viene invece chiamato in causa per quattro casi che si sarebbero consumati tra il 1977 e 1982.

Sarebbero almeno 497 le vittime di abusi sessuali nell'Arcidiocesi cattolica di Monaco e Frisinga secondo quanto emerge dall'indagine realizzata dallo studio legale Westpfahl Spilker Wastl. La maggior parte delle vittime, è stato scoperto, sono minori maschi, abusati in un periodo che va dal 1945 al 2019. Tra i 235 presunti responsabili degli abusi compaiono 173 sacerdoti e 9 diaconi. La maggior parte dei casi, rileva l'indagine, non sono stati denunciati.

Ganswein: "Benedetto esprime turbamento e vergogna per abusi"

“Benedetto XVI fino ad oggi pomeriggio non ha conosciuto il rapporto dello Studio legale Westpfahl-Spilker-Wastl, che ha più di 1000 pagine. Nei prossimi giorni esaminerà con la necessaria attenzione il testo. Il Papa emerito, come ha già più volte ripetuto durante gli anni del suo pontificato, esprime il turbamento e la vergogna per gli abusi sui minori commessi dai chierici, e manifesta la sua personale vicinanza e la sua preghiera per tutte le vittime, alcune delle quali ha incontrato in occasione dei suoi viaggi apostolici”. Lo sottolinea Mons. Georg Gänswein, segretario particolare del Papa emerito.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza