cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 19:42
Temi caldi

Venezia, identificato il corpo dell'uomo annegato: è un barista 42enne

10 ottobre 2016 | 12.11
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Isola della Giudecca, Venezia (FOTOGRAMMA) - (FOTOGRAMMA)

E' di un 42enne originario di Genzano di Lucania (Potenza) il corpo dell'uomo recuperato questa mattina dai vigili del fuoco dalle acque della laguna di Venezia, nei pressi di Sacca Fisola, l'isola veneziana collegata alla Giudecca.

La polizia lo ha identificato grazie ai documenti ritrovati addosso alla vittima che, secondo un primo esame esterno, sarebbe deceduto per annegamento anche se sul suo corpo sono stati rivelati segni di ferite procurate probabilmente dalle eliche di un'imbarcazione. Così sarà l'autopsia a stabilire le cause del decesso.

L'uomo, che abitava al Lido, lavorava in un bar del centro storico di Venezia ed è stato visto per l'ultima volta ieri sera al termine dell'orario di lavoro. Il cadavere era stato avvistato da un passante, che si trovava vicino all'imbarcadero e aveva dato l'allarme.

Sono stati i colleghi del bar dove lavorava a vedere per ultimi M.A.. Dagli accertamenti svolti dai poliziotti finalizzati all'esatta ricostruzione dei fatti e che si sono protratti sino a sera, è emerso che il 42enne nella tarda serata di ieri in quanto si è trattenuto in compagnia di alcuni colleghi di lavoro, proprio nel bar in cui lavorava, per bere qualcosa, per poi allontanarsi diretto a casa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza