cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 14:12
Temi caldi

Giappone riprende caccia commerciale alle balene

01 luglio 2019 | 10.26
LETTURA: 2 minuti

Interrotta 31 anni fa, ma continuava quella per "scopi scientifici"

alternate text
(Fotogramma)

Il Giappone sfida la comunità internazionale riprendendo da oggi la caccia commerciale alle balene, interrotta 31 anni fa. Navi baleniere sono salpate stamane dai porti di Shimonoseki, nel sud ovest, e di Kushiro, sull'isola settentrionale di Hokkaido, all'indomani dell'uscita formale del Giappone dalla Commissione baleniera internazionale (Iwc), ha reso noto l'agenzia di pesca nipponica.

Per quest'anno, l'agenzia giapponese ha fissato una quota di 225 balene, fra cui 150 balenottere Bryde, 52 balenottere minori (minke) e 26 balenottere boreali. La caccia commerciale verrà condotta "su basi scientifiche e con un'appropriata gestione delle risorse per non generare effetti dannosi", ha affermato il vice capo di gabinetto, Yasutoshi Nishimura.

Tokyo aveva ufficialmente messo fine alla caccia commerciale alle balene nel 1988, aderendo alla moratoria internazionale decisa nell'ambito dell'Iwc. Tuttavia le baleniere nipponiche avevano continuato a catturare balene usando il controverso escamotage della "ricerca scientifica" permessa dalle regole dell'Iwc.

Nel 2014, la Corte Internazionale di Giustizia (Ijc) ha condannato il Giappone per la caccia alle balene a scopo scientifico nell'Antartico, considerandola una violazione della moratoria dell'Iwc. In marzo la flotta giapponese ha già catturato 333 balenottere minke per motivi "scientifici" nell'oceano Antartico, ma le autorità di Tokyo affermano che ora la caccia verrà interrotta in questa zona. Il consumo di carne di balena in Giappone viene considerato dai tradizionalisti di rilevanza culturale, ma negli anni si è significativamente ridotto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza