cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 14:45
Temi caldi

Giglio: Rossi, sciocchezza ciclopica portare Concordia a Genova in 5 giorni

25 giugno 2014 | 17.52
LETTURA: 2 minuti

"Mi appello al governo affinchè rifletta sui possibili rischi e adotti il principio di precauzione ambientale. La decisione a questro punto la prenderà il Consiglio dei ministri e noi ne prenderemo atto perchè siamo abituati al rispetto delle istituzioni". Lo ha detto il governatore della Toscana, Enrico Rossi, durante una conferenza stampa a Firenze per motivare il no della Regione al progetto di trasferimento del relitto della Concordia al porto di Genova, presentato da Costa Crociere.

In 17 enti hanno espresso parere favorevole al progetto presentato, mentre il voto contrario è arrivato oltre che dalla Regione Toscana, dalla provincia di Grosseto. Rossi ha chiesto di non considerare soltanto la soluzione del porto di Genova, indicato da Costa crociere, ma anche quella del trasferimento al porto di Piombino che richiederebbe solo un giorno di viaggio contro i cinque previsti per raggiungere il capoluogo ligure.

Rossi ha sottolineato "l'alto rischio" che si correrebbe portando "in mare per cinque giorni" il relitto della Concordia dall'Isola del Giglio al porto di Genova, "facendo lo slalom tra le isole e il Santuario dei Cetacei". "Per noi accettare questo rischio è una sciocchezza ciclopica", ha aggiunto Rossi. "Al posto del governo sentirei il rischio di fare una figuraccia mondiale", ha aggiunto il governatore facendo riferimento ai possibili sversamenti in mare delle sostanze che si trovano all'interno della nave da crociera.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza