cerca CERCA
Martedì 27 Settembre 2022
Aggiornato: 00:07
Temi caldi

Giletti: "Dalla Juve all'arte contemporanea, la mia lunga amicizia con Lamberto Sposini"

15 febbraio 2022 | 18.18
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma /Ipa)

"Andrò a Milano per il suo compleanno, andrò ad abbracciarlo, a vivere una giornata con lui. Mi aspetta ogni volta, lo sento. Un'amicizia che si è consolidata nel tempo. Ci lega la passione per la Juventus, l'amore per l'arte contemporanea. Una volta andammo insieme a Londra alla Tate Gallery per visitare mostre ed esposizioni". E' quanto ha dichiarato all'Adnkronos Massimo Giletti ricordando l'amico Lamberto Sposini che il 18 febbraio festeggerà il suo 70esimo compleanno.

"La nostra amicizia si basava su uno scambio continuo, ci sentivano quasi tutti i giorni - ha proseguito il conduttore su La7 di 'Non è l'Arena' - Si è consolidata dopo un momento difficile nella sua lunga carriera in Rai. Era stato allontanato ed io intervenni con l'allora direttore Fabrizio del Noce. Ritornò alla conduzione della 'Vita in diretta'"

Dal 2011 Lamberto Sposini si è ritirato a vita privata a causa di gravi problemi di salute. Ma ha tenuto a precisare Massimo Giletti: "Lamberto non è stato mai abbandonato. La sua ex moglie Sabina Donadio, madre della seconda figlia, sta facendo un lavoro straordinario. Lo sostiene, gli sta vicino, lo accudisce. La sua vita - ha proseguito Giletti -è stata completamente stravolta dalla malattia di Lamberto e da questi anni di dolore. Un esempio di devozione e amore. Andrò a Milano anche per ringraziarla personalmente".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza