cerca CERCA
Giovedì 05 Agosto 2021
Aggiornato: 22:43
Temi caldi

Si cerca senza sosta il piccolo Gioele, al setaccio 400 ettari

10 agosto 2020 | 08.58
LETTURA: 1 minuti

Le ricerche del piccolo si potrebbero estendere anche in altre zone. Vigili del fuoco: "Ricerche difficili, anche emotivamente". Martedì l'autopsia sulla donna. Viviana e Gioele, 22 minuti di 'buco' e le tre ipotesi degli investigatori. La cognata: "Viviana non avrebbe mai fatto del male al bambino"

alternate text

Sarà eseguita domani mattina a Messina l'autopsia sul cadavere di Viviana Parisi, la dj di 43 anni trovata morta sabato pomeriggio nei boschi di Caronia (Messina). L'esito dell'esame autoptico sarà importante per gli inquirenti, perché dall'esito dipenderà il proseguimento delle ricerche del piccolo Gioele, il figlio di 4 anni della donna, di cui si sono perse le tracce.

La cognata: "Viviana non avrebbe mai fatto del male al bambino"

Secondo quanto apprende l'Adnkronos, nel corso del vertice in Prefettura a Messina, con gli inquirenti, è stato deciso che le ricerche si potrebbero estendere anche in altre zone, oltre ai 400 ettari attorno al bosco in cui è stata trovata la donna, con il corpo sfigurato.

Se la dj dovesse essere stata uccisa, cosa che al momento non viene esclusa, il bimbo potrebbe essere stato portato via. A quel punto, le ricerche dovranno essere ampliate in altre zone. Ma se Viviana Parisi si fosse uccisa, che è l'ipotesi più plausibile, secondo gli inquirenti, allora le ricerche proseguiranno in una zona ancora più ampia.

Stamattina la zona del ritrovamento del corpo della donna è stata transennata. Impossibile per i giornalisti potersi avvicinare. In una stazione di servizio sulla strada statale 113 ci sono i mezzi di polizia, carabinieri, vigili del fuoco, protezione civile che organizzano breefing per proseguire le ricerche.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza