cerca CERCA
Domenica 07 Marzo 2021
Aggiornato: 14:22
Temi caldi

L'intervista

Tav, Diciotti, Europee: Meloni ad AdnKronos Live

31 gennaio 2019 | 09.36
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(AdnKronos)
(AdnKronos)

"Se il M5S votasse contro Salvini, è automatica la crisi di governo". Così la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ospite ad AdnKronos Live, parlando del caso Diciotti. E ancora: "Se voti contro Salvini, lo mandi a casa" dice, sottolineando che "l'indagine su Salvini è surreale", visto che il ministro "impedisce a qualcuno che vuole entrare illegalmente di farlo".

"Salvini ha agito nell'interesse della nazione" aggiunge Meloni, spiegando che non ha "nessun imbarazzo'' a votare contro la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell'Interno, anche se dovesse diventare una specie di voto di fiducia sul governo.

"La scelta di far valere l'immunità parlamentare è personale, su questo non entro. Evidentemente ha le sue ragioni... sempre meglio parlare con gli avvocati in certe occasioni" risponde, alla domanda se il ministro dell'Interno abbia fatto bene a cambiare idea sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei suoi confronti.

RECESSIONE - Parlando poi di recessione "dipende da molti fattori", afferma la presidente di Fdi, e la colpa va anche alle "politiche della sinistra tutte sballate" ma "devo dire che non ho visto il cambiamento" dice, riferendosi all'esecutivo di Giuseppe Conte e alla recessione tecnica dell'Italia dopo la pubblicazione dei dati Istat. "Sulle materie economiche, non c'è coraggio".

EUROPEE - Per quanto riguarda le prossime elezioni europee "sarà una competizione franca tra noi e Forza Italia. Io credo che ci sia una distanza importante" tra i due partiti, "soprattutto sul rapporto con l'Europa" dice la leader di Fdi. Partito il cui obiettivo è "affermarsi come secondo movimento del centrodestra" sottolinea Meloni che, in merito alla sua candidatura, dice: "Io sono sempre a disposizione del partito. Se il partito lo chiede mi candiderò, se serve ci sarò".

SEA WATCH - "Non mi metto a sindacare la scelte che fanno gli altri - dice poi Meloni in merito alla vicenda dell'imbarcazione arrivata a Catania - faccio notare che sulla Sea Watch ci sono andati 6 parlamentari. Ieri è stato l'anniversario della morte di Pamela Mastropietro... io sono stata al suo funerale e a quello di Desirée Mariottini. Nessuno di questi parlamentari ha ritenuto di presentarsi ai funerali di una ragazza drogata, stuprata e ammazzata da immigrati clandestini".

CASAPOUND - "Se è giusto sgomberare Casapound? - continua Meloni parlando del caso sollevato da una mozione al Comune di Roma -. Penso che gli sgomberi vadano fatti in ordine di occupazione: partiamo dal primo che ha occupato, passiamo al secondo... prima di Casapound ci stanno parecchi centri sociali. Non so perché presentare una mozione sullo sgombero di Casapound, quando ci sono centinaia di centri sociali occupati da decenni. Partiamo da quelli che hanno occupato prima".

FIGLI -
"Se sto pensando a un altro figlio? Sì, mi piacerebbe molto, ci sto pensando" rivela la presidente Fdi ad AdnKronos Live. "Mi piacerebbe soprattutto per mia figlia: l'idea che possa crescere figlia unica è un'idea che mi fa male" ma, sottolinea la leader di Fratelli d'Italia, "non vorrei fare un'altra campagna elettorale in gravidanza, con la pancia".

CANNABIS -
Infine, alla domanda via social di un utente, se si sia mai fatta una canna, Melone risponde: "No, sono una ragazza abbastanza triste. Non mi sono mai fatta una canna ma amo il buon vino rosso, italiano".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza