cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 13:26
Temi caldi

Violenza su donne: riparte il Comitato nazionale parità

24 novembre 2014 | 17.32
LETTURA: 2 minuti

Il ministero del Lavoro annuncia che il Comitato si è insediato alla presenza della sottosegretaria al Lavoro, Teresa Bellanova, e della vicepresidente Maria Pia Mannino. La consigliera naz. di parità, Servidori: "Il lavoro è primo criterio contro violenza". L'iniziativa del Cup e il commento degli assistenti sociali. Alla Camst 21 assunzioni per ridare dignità a vittime violenza.

alternate text
Teresa Bellanova

Il Comitato nazionale di parità riparte con un fitto calendario di impegni istituzionali. Ne dà notizia una nota del ministero del Lavoro, che annuncia come il Comitato si sia insediato "il 13 novembre scorso, alla presenza della sottosegretaria al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Teresa Bellanova, e della vicepresidente Maria Pia Mannino".

"Da un primo confronto fra le componenti del tavolo è emersa l'esigenza di un'azione educativa, ovvero la necessità di divulgare fra i giovani la conoscenza del Comitato nazionale di parità, illustrandone il ruolo e i compiti, attraverso seminari e incontri formativi rivolti agli studenti degli ultimi anni di scuola superiore. Fra le priorità del Comitato vi è anche la volontà di affrontare il tema della prevenzione alla violenza contro le donne", spiega la nota.

Alla vigilia del 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, il Comitato nazionale di parità vuol far "sentire la propria voce sulla urgenza di sollecitare una coscienza collettiva e una cultura dei diritti fondamentali delle donne riconosciuti nella via quotidiana vissuta nella società, nel mondo del lavoro e soprattutto fra le mura domestiche". "Primo impegno del Comitato è, quindi, intervenire sulla crescita e la diffusione capillare della cultura di genere nella società civile e soprattutto nei luoghi di lavoro, di educazione e di formazione, attuando progetti improntati, ad esempio, sul metodo Scotland, sperimentato nei paesi anglosassoni con risultati notevoli e ricadute positive in ambito educativo e formativo. Altre strategie sono già all'esame del Comitato e saranno rese note strada facendo", conclude la nota.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza