cerca CERCA
Venerdì 23 Aprile 2021
Aggiornato: 03:14
Temi caldi

Giovane allevatrice laureata premiata come 'superdonna' in agricoltura

09 marzo 2021 | 17.14
LETTURA: 2 minuti

A Carolina Leonardi il riconoscimento della Coldiretti nel suo agriturismo di Lucca

alternate text

Giovane allevatrice laureata, ora è anche la 'superdonna' della provincia di Lucca per la Coldiretti. Carolina Leonardi, 28 anni, tra le più giovani allevatrici d’Italia, è stata infatti premiata, in occasione della Festa della donna, con il bouquet di fiori locali nel suo agriturismo di Stazzema. Laureata in Scienze agrarie all’Università di Pisa, discutendo una tesi sui formaggi, è stata scelta come simbolo della resilienza tutta al femminile.

Titolare dell’azienda agricola e agrituristica 'Le Coppelle Latteria Belato Nero' di Pian del Lago, a Stazzema, ai piedi del monte Corchia, a mille metri sul mare, nel cuore del parco delle Alpi Apuane, dopo essere subentrata ai genitori, Carolina oggi ha un gregge di cento pecore massesi e produce formaggi destinati alla vendita diretta e all’attività di ristorazione tipica dell’agriturismo. In primavera organizza anche attività didattiche.

La giovane imprenditrice ha ricevuto lo speciale riconoscimento floreale assegnato in occasione dell’8 marzo da Donne Impresa Coldiretti e da Affi-Associazione floricoltori e fioristi italiani. Con questa iniziativa Donne Impresa e Affi vogliono far conoscere la storia di una donna che, nell’ambito della sua impresa, del suo lavoro, della sua professione, della sua attività sociale e del suo impegno nella vita civile, è stata un esempio per altre donne. L’iniziativa mira, inoltre, a promuovere e valorizzare le produzioni floricole locali. A consegnarle il riconoscimento è stato il presidente di Coldiretti Lucca, Andrea Elmi, che ha raggiunto Carolina nella sua stalla a Stazzema.

“Carolina non proviene da una famiglia di pastori. E’ partita da zero con un piccolo gregge cinque anni fa senza alcuna esperienza, spinta da un desiderio di concretizzare i suoi studi universitari e oggi produce una linea di formaggi straordinari e conduce le sue massesi nella transumanza", ha detto il presidente di Coldiretti.

"La sua è una bella storia, piena anche di difficoltà, ma da cui c’è molto da imparare in termini di coraggio, intraprendenza e volontà. Con questa iniziativa vogliamo esaltare il protagonismo delle donne e la loro straordinaria capacità di adattamento. Una impresa su tre in provincia di Lucca è guidata da figure femminili. La loro presenza garantisce dinamismo, originalità e concretezza insieme a capacità di conciliare famiglia e lavoro”, ha aggiunto.

La 28enne è felice della sua scelta di vita. “Non è una vita - ha ammesso - facile, né comoda. L’inizio non è stato facile. Ma è una vita che ti permette di vivere 365 giorni l’anno nel rispetto dei cicli della natura. La natura insegna a vivere meglio. Il riscontro dei clienti e dei nostri ospiti è una bella soddisfazione. La linea di formaggi che produciamo con il marchio Latteria Belato Nero è molto apprezzata. In inverno è destinata alla vendita diretta, in primavera ed estate compone il nostro menu nell’agriturismo. Tutto quello che portiamo in tavola arriva da queste terre. Io superdonna? Mi sento più una ragazza fortunata per essere riuscita, anche con l’aiuto dei miei genitori, ad avviare questa esperienza imprenditoriale”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza