cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 23:47
Temi caldi

L.stabilità: giù Iva e-book e più fondi ai malati di Sla/Adnkronos

20 novembre 2014 | 18.13
LETTURA: 3 minuti

Sono alcuni degli emendamenti alla Legge di Stabilità approvati in commissione Bilancio alla Camera, al lavoro per l'approdo della manovra in Aula il 27 novembre.

alternate text

Dal calo dell'Iva per gli e-book all'aumento delle risorse per i malati di Sla, passando per la social card per gli extracomunitari. Sono alcuni degli emendamenti alla Legge di Stabilità approvati in commissione Bilancio alla Camera, al lavoro per l'approdo della manovra in Aula il 27 novembre. Intanto il governo studia modifiche per inserire il pagamento del canone Rai nella bolletta elettrica per limitare l'evasione.

Entra nel provvedimento dunque il regime fiscale agevolato al 4%, dal precedente 22%, per i libri in formato elettronico, proposto dal ministro per i Beni culturali Enrico Franceschini. Il taglio dell'aliquota, che viene così equiparato ai testi cartacei, secondo le stime contenute nella relazione tecnica comporta una perdita di gettito di 7,2 mln di euro su un fatturato stimato pari a 40 mln nello scorso anno, che sarà coperta attingendo dal fondo per gli interventi strutturali di politica economica.

Ma dalla commissione Bilancio è arrivato anche il via libera alle risorse per la non autosufficienza, che s algono da 250 milioni a 400 milioni per il 2015, attraverso una riduzione del fondo per la famiglia. Dal 2016 lo stanziamento tornerà a 250 milioni. E sono state aumentate inoltre di 650mila euro annui, fino al 2017, i fondi per l'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza. Approvato anche un emendamento del governo per estendere la social card anche agli extracomunitari.

Un altra modifica presentata dal governo propone di stanziare 130 mln di euro per la promozione all'estero del Made in Italy da parte dell'Ice e 60 mln di euro per il fondo emergenze nazionali. Intanto è allo studio dell'esecutivo un emendamento per limitare l'evasione del canone Rai. Il governo "intende affrontare il problema" delle risorse per le emittenti locali. "Stiamo cercando di adottare una soluzione di tipo strutturale, anche connessa al cambio della struttura del canone Rai", ha annunciato il viceministro dell'Economia, Enrico Morando, intervenendo in commissione Bilancio.

Il governo sta pensando di modificare anche la norma che aumenta l'aliquota sui capital Gain delle risorse destinate ai fondi pensione ma, al momento, spiega Morando, "non siamo ancora pronti ad affrontare il tema delle coperture". Il problema, aggiunge, "e' presente, pensiamo che abbia la sua ragionevolezza e ci stiamo sforzando di verificare se ci sono le coperture, che sono decisamente impegnative", spiega il viceministro.

Intanto per lunedì è atteso il verdetto sostanzialmente positivo sulla legge di Stabilità targata Matteo Renzi da parte della Commissione europea. Bruxelles, che il mese scorso ha chiesto e ottenuto dall'Italia una correzione del taglio del deficit 2015 dello 0,3% contro lo 0,1% inizialmente previsto del governo, nel testo dovrebbe riconoscere gli sforzi fatti dall'Italia per il consolidamento di bilancio e l'impegno per attuare le riforme, pur tenendo alta l'allerta sull'alto livello dello stock del debito pubblico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza