cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 08:15
Temi caldi

Giubileo: il Papa l'11 aprile in San Pietro per la Bolla di indizione

31 marzo 2015 | 15.43
LETTURA: 3 minuti

Sarà letta davanti alla Porta Santa della Basilica Vaticana, dopo l'annuncio dell'Anno Santo straordinario del 13 marzo scorso. Il termine 'bolla', dal latino 'bulla' ovvero oggetto rotondo, indicava in origine la capsula metallica impiegata per proteggere il sigillo papale

alternate text
Papa Francesco (foto Infophoto)

E' l'11 aprile la data dell'indizione ufficiale del Giubileo della Misericordia. Dopo l'annuncio dell'Anno Santo straordinario, comunicato da Papa Francesco il 13 marzo scorso, Jorge Mario Bergoglio procederà all’indizione ufficiale del Giubileo, con la pubblicazione della Bolla d’Indizione nel sabato successivo alla Pasqua, alle 17.30 nella basilica di San Pietro in Vaticano.

"Il rito della pubblicazione - riferisce una nota del Vaticano - prevede la lettura di alcuni brani della Bolla davanti alla Porta Santa della Basilica Vaticana. Successivamente, Papa Francesco presiederà la celebrazione dei Primi Vespri della Domenica della Divina Misericordia, sottolineando con ciò in maniera peculiare quello che sarà il tema fondamentale dell’Anno Santo straordinario: la Misericordia di Dio.

"Il termine 'bolla', dal latino 'bulla' ovvero oggetto rotondo, indicava in origine la capsula metallica impiegata per proteggere il sigillo in cera annesso tramite una cordicella ad un documento di particolare importanza, per attestarne l’autenticità e di conseguenza l’autorevolezza - spiega ancora la nota del Vaticano - Con il tempo, il termine è passato ad indicare dapprima il sigillo, quindi il documento stesso, così che oggi esso è utilizzato per tutti i documenti pontifici di particolare importanza che portano, o almeno tradizionalmente dovrebbero portare, il sigillo del Papa".

La Bolla d’indizione di un Giubileo, specie nel caso di un Anno Santo straordinario, oltre a indicarne i tempi con le date di apertura e di chiusura e le modalità principali di svolgimento, costituisce "il documento fondamentale per riconoscere lo spirito con cui viene indetto, le intenzioni e i frutti sperati dal Pontefice che lo indice per la Chiesa".

Nel caso degli ultimi due Anni Santi straordinari, nel 1933 e nel 1983, la Bolla di Indizione fu pubblicata in occasione della solennità dell’Epifania del Signore. Per il prossimo Anno Santo straordinario, "anche la scelta dell’occasione in cui avverrà la pubblicazione della Bolla manifesta chiaramente l’attenzione particolare del Santo Padre al tema della Misericordia", nel sabato che segue la Pasqua di Resurrezione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza