cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 00:03
Temi caldi

Giubileo: missionari Misericordia potranno assolvere gravi peccati come l'aborto

05 maggio 2015 | 20.11
LETTURA: 3 minuti

Nella bolla papale, il Pontefice spiega che i missionari della Misericordia saranno quei sacerdoti "a cui darò l'autorità di perdonare anche i peccati che sono riservati alla Sede Apostolica perché sia resa evidente l'ampiezza del loro mandato"

alternate text

I missionari della Misericordia, inviati speciali che Papa Francesco invierà nelle diocesi in occasione del Giubileo straordinario dedicato alla Misericordia potrebbero anche assolvere, ovviamente dietro pentimento, gravi peccati come l'aborto. Nella bolla con cui il Papa ha indetto il Giubileo in programma dal prossimo 8 dicembre, il Pontefice spiegava che i missionari della Misericordia saranno quei sacerdoti "a cui darò l'autorità di perdonare anche i peccati che sono riservati alla Sede Apostolica perché sia resa evidente l'ampiezza del loro mandato". Peccati per i quali arriva la scomunica della Chiesa. Ebbene, gravi peccati come l'aborto e il procurato aborto, dietro un reale pentimento, potrebbero ricevere l'assoluzione.

Codice di Diritto canonico alla mano, fonti vaticane interpellate ricordano che se una persona ha ricevuto la scomunica ma è realmente pentita e soffre in maniera intollerabile a ragione della scomunica, potrebbe anche essere assolta dal sacerdote ma "entro un mese" la persona realmente pentita dovrebbe rivolgersi ad un sacerdote abilitato per avere l'assoluzione definitiva. In teoria, visto che anche nei suoi confronti c'è stata una scomunica, anche l'esorcista africano Milingo, dietro un reale pentimento, potrebbe essere assolto per lo scisma creato per il quale è stato scomunicato. Sempre che ci fosse un reale pentimento.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza