cerca CERCA
Sabato 22 Gennaio 2022
Aggiornato: 09:27
Temi caldi

Enogastronomia: gli startupper del food in 'vetrina' a Gourmet

23 novembre 2015 | 12.19
LETTURA: 5 minuti

alternate text

Sono giovani, con un'idea di impresa innovativa in tasca, e una passione per il mondo dell'enogastronomia. Sono gli startupper del food, neo-imprenditori impegnati nel settore della ristorazione ma non solo. Si occupano, infatti, anche di sostenibilità, tracciabilità, lotta agli sprechi alimentari, offrendo soluzioni innovative e tecnologie all'avanguardia. E, per la prima volta, hanno un'area riservata in una manifestazione di settore. Si presentano, infatti, a 'Gourmet', l'evento in corso fino al 24 novembre, a Lingotto Fiere di Torino, organizzato da GL events in collaborazione con Gambero Rosso, e rivolto proprio al comparto Ho.re.ca. (Hotellerie, Restaurant, Catering) e Food & Beverage.

Fra gli startupper del food, ecco AL.va, vincitrice del 'Premio Impresa responsabile 2015'. Una start up innovativa nata nel 2013 a Casale Monferrato (Alessandria), un territorio riconosciuto per la nascita di importanti tecnologie del freddo. Da qui, l'idea di coniugare tradizione e innovazione creando una vera e propria gamma di veicoli elettrici refrigerati per lo street food.

"L'impianto refrigerante, possediamo 4 brevetti, è un concentrato di tecnologia, tutti i componenti - spiegano dalla start up - sono efficientemente combinati, e il tutto correttamente assemblato consente di ottenere un sistema frigorifero in grado di mantenere una temperatura da +3° a -25°C per più di 14 ore ad oltre 30°C TA". L'idea di AL.va è anche quella di rivoluzionare il concetto di vendita itinerante offrendo la possibilità di avere un vero e proprio negozio ambulante, con un investimento ridotto: "Dal giovane che vuole avviare un'attività alla grande azienda forniamo la possibilità di poter trasportare il proprio prodotto con un mezzo totalmente ecosostenibile".

Appena a settembre 2015, invece, è nato il nuovo Scloby, il punto cassa innovativo che semplifica la gestione quotidiana del lavoro di commercianti e ristoratori. Startup nell’ambito delle Ict e dell’innovazione sociale, Scloby nasce da un’idea di Francesco Medda, fondatore e Ceo. Fanno parte dello Scloby-group commerciali, addetti all’assistenza clienti, sviluppatori, designer, persone esperte nell’amministrazione e nella gestione. Un insieme qualificato di professionisti che seguono i clienti passo passo e negli scorsi mesi il team ha lavorato con impegno per presentare un servizio rinnovato e funzioni aggiornate.

"Scloby - assicurano gli ideatori - non è un semplice registratore di cassa, ma il migliore amico di commercianti e ristoratori, che propone strumenti per facilitare la vita dei propri clienti in base alle esigenze. I servizi sono stati ampliati e ripensati. Tutto per ottimizzare l’esperienza di lavoro: dagli scontrini alla gestione del magazzino, dall’organizzazione della sala alle statistiche di vendita, dalla creazione dei listini alla memorizzazione in cloud dei dati. Conforme ai dettami dell’Agenzia delle Entrate, connette i commercianti con i servizi online: dall’e-commerce agli sms integrati Scloby semplifica la vita".

Scloby ha realizzato funzioni specifiche per il settore della ristorazione: si può disegnare in modo virtuale la propria sala creando una vera e propria piantina del locale, controllare in modo veloce i coperti, sapere che portata servire in tavola, segnare preferenze, allergie, intolleranze e memorizzare il tutto su schede personalizzate per non dimenticare mai le richieste dei propri clienti. Anche al momento del pagamento poi con Scloby tutto è più semplice: il sistema supporta fatture, conti separati, carte, contanti e metodi personalizzati.

Con Liberty food, poi, nasce la prima piattaforma di food sharing information, un progetto che nasce dalla voglia di promuovere i "cibi buoni e fatti bene", on line dal 16 novembre. "Essere una piattaforma di food sharing information - spiegano gli ideatori - vuol dire conoscere i prodotti e chi li fa, valutarne la qualità, conoscere chi li utilizza e scambiare queste informazioni con tutti. Per la prima volta, sarà possibile sapere quali sono i ristoranti che utilizzano prodotti di qualità, provenienti dalle piccole e medie aziende artigianali dell'enogastronomia italiana, oltre ad avere la possibilità di acquistare questi stessi prodotti on line".

"'Valorizziamo i cibi genuini!' è il nostro slogan, perché più siamo a farlo - assicurano - e meglio mangeremo. Tutto questo in contrapposizione con i siti che ti indicano il ristorante meglio 'recensito' o più 'economico'. Pensiamo che, per acquistare serenamente online un prodotto alimentare, oltre al descriverlo al meglio, sia utile far conoscere chi lo produce o lo trasforma ed è per questo che dedichiamo molte pagine del nostro sito anche a loro".

"Vogliamo chiudere il cerchio - concludono - e dare la possibilità di far acquistare on-line prodotti assaggiati nei ristoranti e di far ritrovare nei ristoranti quei prodotti acquistati on-line. Su Liberty food ci sono servizi innovativi come il personal food shopper o iniziative di 'socializzazione', ci teniamo a premiarti se condividi i nostri contenuti con i 'Punti Liberty'. Siamo alla ricerca di tutte quelle persone che apprezzano il valore del mangiare sano e buono".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza