cerca CERCA
Venerdì 28 Gennaio 2022
Aggiornato: 07:28
Temi caldi

Governo: Cicchitto, contro Gentile speculazioni di basso conio

02 marzo 2014 | 12.54
LETTURA: 2 minuti

''Non capiamo le ragioni degli attacchi al senatore Gentile che e' coinvolto in una vicenda chiaramente determinata da scontri politici e personali di carattere locale. Nel merito, non c'e' alcuna prova che il senatore Gentile abbia ispirato l'intervento dell'editore sul direttore del giornale. E tantomeno c'e' neanche lontanamente la prova che il senatore Gentile sia intervenuto per bloccare la tipografia. Il senatore Gentile nel merito ha fatto una querela e offre una ricostruzione dei fatti di segno totalmente opposto dalla quale non risulta in alcun modo che egli abbia direttamente o indirettamente leso la liberta' di stampa. Contro di lui c'e' quindi uno scatenamento immotivato del tutto pretestuoso, determinato solamente da speculazioni di basso conio''. Lo dichiara Fabrizio Cicchitto, presidente della commissione Esteri della Camera.

''Se un sottosegretario si dovesse dimettere con queste motivazioni significa che viviamo nel mondo dell'arbitrio. Aggiungiamo anche che e' stupefacente che simili prediche vengano da ambienti politici che da questo punto di vista ricordano molto da vicino la parabola della trave nel proprio occhio e della pagliuzza nell'occhio altrui. E' singolare quindi che, come sempre avviene, il fuoco venga indirizzato in una sola direzione quando, se si dovessero seguire criteri di tipo giustizialista, ci sarebbero argomenti oggettivi in altre: ma questo sia chiaro non e' la nostra posizione'', conclude l'esponente di Ncd.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza