cerca CERCA
Mercoledì 23 Giugno 2021
Aggiornato: 19:36
Temi caldi

Governo italiano 'richiama' Volkswagen. Nencini: "Ancora nessun dato"

08 ottobre 2015 | 17.57
LETTURA: 2 minuti

alternate text
AFP PHOTO / ODD ANDERSEN - AFP

''Ad oggi, nonostante la continua sollecitazione'' del ministero dei Trasporti a Kba, Volkswagen ed Epa, ''dati formali e ufficiali non sono pervenuti". Lo afferma il vice ministro dei dicastero dei Trasporti, Riccardo Nencini, nel corso di un'audizione in commissione Trasporti a Montecitorio.

I veicoli circolanti in Italia e coinvolti, ricorda il viceministro sono 648.458 suddivisi nei 4 marchi Audi, Seat, Volkswagen e Skoda. Questa cifra, chiarisce Nencini, ''non è in contraddizione con la dichiarazione'' precedente, perchè le informazioni sono contenute in una lettera arrivata da Volkswagen Italia, ma non viene precisato se ''è il numero dei veicoli che vengono richiamati''. ''Stiamo lavorando con e sul gruppo per capire il numero di mezzi interessati, quando saranno richiamati, eccetera''.

Il numero esatto dei veicoli non conformi dovrà essere comunicato dal gruppo Volkswagen, che informerà i proprietari ''attraverso una campagna di richiamo''. Il costruttore, inoltre, provvederà a rendere conforme il mezzo di trasporto ''mediante azioni correttive''.

Per quanto riguarda la Fiat, il viceministro precisa: ''non abbiamo contezza'' se la società stia richiamando o meno dei veicoli. Tornando alla Volkswagen, per Nencini ''non c'è dubbio che si tratti di frode'', le cose che abbiamo letto fino a oggi giustificano l'uso di un termine preciso''. Quanto accaduto, aggiunge, ''dovrebbe obbligare a una verifica complessiva del sistema di omologazione''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza