cerca CERCA
Martedì 06 Dicembre 2022
Aggiornato: 08:22
Temi caldi

Governo: Luxottica, 'no comment' su voci Guerra ministro

15 febbraio 2014 | 17.02
LETTURA: 2 minuti

"Non commentiamo" le indiscrezioni di stampa che indicano il Ceo Andrea Guerra come possibile candidato al ministero dello Sviluppo Economico del governo che Matteo Renzi si appresta a formare. Così un portavoce di Luxottica risponde alla richiesta di una posizione sulle voci che riguardano Guerra, sempre più insistenti dopo l'incontro con Matteo Renzi a Firenze. Fonti qualificate riferiscono all'Adnkronos che Guerra avrebbe rassicurato i suoi collaboratori più stretti, assicurando di non avere intenzione di lasciare l'azienda.

In ogni caso la decisione, quale che sia, spetta a lui. Le dichiarazioni più recenti in materia dell'ad di Luxottica risalgono al 29 gennaio, quando, in un'intervista al quotidiano La Repubblica, alla domanda se fosse tentato di fare il salto verso la politica, rispose: "No, lavoro nell'azienda più bella del mondo". E' anche vero che difficilmente il Ceo di una società quotata, il cui lavoro è sempre stato molto apprezzato dai mercati, avrebbe potuto rispondere diversamente, in quel momento, ad una domanda simile, poiché avrebbe rischiato di penalizzare il titolo in Borsa.

Tuttavia, nella stessa intervista a Repubblica Guerra spiegava anche che "gli imprenditori e i gestori di grandi aziende, attraverso il loro lavoro, sono anch'essi protagonisti della politica in modo attivo. La politica non deve essere più monopolio dei politici. Ognuno deve fare la sua parte per cercare di dare a tutti un'opportunità di evoluzione culturale". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza