cerca CERCA
Sabato 28 Gennaio 2023
Aggiornato: 13:58
Temi caldi

Governo, Meloni accetta incarico e presenta elenco ministri

21 ottobre 2022 | 16.29
LETTURA: 3 minuti

Domani il giuramento alle 10

alternate text
(Foto Quirinale)

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha affidato a Giorgia Meloni l’incarico di formare il nuovo governo. La leader di Fratelli d'Italia ha accettato e presentato la lista dei ministri. Il giuramento è previsto domani alle 10, come ha annunciato il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica Ugo Zampetti.

Leggi anche

Il governo Meloni: Antonio Tajani sarà ministro degli Esteri e vicepremier. Matteo Piantedosi ministro dell'Interno, Carlo Nordio ministro della Giustizia, Guido Crosetto ministro della Difesa, Giancarlo Giorgetti ministro dell'Economia, Adolfo Urso ministro dello Sviluppo Economico, Giuseppe Valditara ministro dell'Istruzione, Francesco Lollobrigida ministro dell'Agricoltura e della Sovranità alimentare, Gilberto Pichetto Fratin ministro dell'Ambiente e della Sicurezza energetica, Matteo Salvini ministro delle Infrastrutture e vicepremier, Marina Calderone ministro del Lavoro, Annamaria Bernini ministro dell'Università e della Ricerca, Gennaro Sangiuliano ministro della Cultura, Orazio Schillaci ministro della Salute, Daniela Santanchè ministro del Turismo. Meloni proporrà la nomina di Alfredo Mantovano a sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

I ministro senza portafoglio: Luca Ciriani ministro per i Rapporti con il Parlamento, Paolo Zangrillo ministro per Pubblica Amministrazione, Roberto Calderoli ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Sebastiano Musumeci, ministro per le Politiche del mare e per il Sud, Raffaele Fitto ministro per gli Affari europei, Andrea Abodi ministro per lo Sport e i Giovani, Eugenia Maria Roccella ministro per la Famiglia, la Natalità e le Pari opportunità, Alessandra Locatelli ministro per la Disabilità, Maria Elisabetta Alberto Casellati ministro per le Riforme Costituzionali.

Meloni era stata convocata dopo l'incontro di questa mattina alle consultazioni. "E' curioso, è come un cerchio che si chiude", ha detto successivamente Meloni lasciando Montecitorio dopo la visita alla Camera. C'è Paolo Borsellino in quel poster. "Ho cominciato a fare politica il giorno dopo la strage di via D'Amelio. E' un cerchio che chiude", ha detto ai cronisti, prima di lasciare Montecitorio e di recarsi a Palazzo Madama. Prima di incontrare i presidenti di Camera e Senato, Meloni ha sentito telefonicamente il presidente Mario Draghi.

LA GIORNATA - Dopo aver ricevuto la delegazione del centrodestra stamattina, il capo dello Stato si è preso una pausa di riflessione per riordinare gli elementi raccolti tra ieri ed oggi. Dopo di che arriveranno le comunicazioni del Quirinale su quelle che saranno le decisioni del capo dello Stato.

"Siamo pronti, vogliamo procedere nel minor tempo possibile", ha detto Meloni chiudendo stamane il suo breve intervento al Quirinale al termine dell'incontro tra la delegazione di centrodestra e il presidente.

''La delegazione del centrodestra che ha incontrato il presidente Mattarella ha convenuto sulla necessità di dare un governo nel minore tempo possibile perché le urgenze che abbiamo di fronte sono moltissime a livello nazionale e internazionale'', ha quindi sottolineato la leader di Fratelli d'Italia. "La coalizione si è presentata, non a caso, unita la Colle - ha aggiunto - proponendo al presidente della Repubblica l'indicazione del mio nome per formare il nuovo governo".

A quanto si apprende, l'indicazione del nome di Meloni per formare il governo è stato fatto a Mattarella dal leader della Lega Salvini, nel corso dell'incontro.

In sostanza, stamattina è durata più l’attesa che l’incontro tra il presidente Mattarella e la delegazione del centrodestra. Dieci minuti scarsi, probabilmente un record, di sicuro per questo giro di consultazioni. Nessuno è rimasto così poco a colloquio con il capo dello Stato, neanche i presidenti delle Camere. Le prossime ore diranno se questi pochi minuti sono stati sufficienti per fornire a Mattarella le rassicurazioni che attendeva dalla maggioranza. Colloquio rapidissimo con il presidente? “Sì, ma le idee sono abbastanza chiare…” , ha commentato Meloni arrivando alla Camera dopo le consultazioni al Quirinale.

L'iter del nuovo governo si potrebbe concludere tra domani e la mattinata di domenica, con giuramento, cerimonia della campanella e primo Consiglio dei ministri, per presentarsi poi per la fiducia in Parlamento tra martedì e mercoledì.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza