cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 02:33
Temi caldi

Motomondiale: Gp Qatar, Marquez precede Pedrosa in prime libere MotoGp

26 marzo 2015 | 19.26
LETTURA: 3 minuti

Marc Marquez precede Dani Pedosa nella prima sessione di libere sul circuito di Losail. Terzo Aleix Espargaro, poi Jorge Lorenzo, Cal Crutchlow e Danilo Petrucci il migliore dei piloti italiani. Il 'dottore' in difficoltà paga un secondo al campione del mondo in carica

alternate text
Marc Marquez(Infophoto)INFOPHOTO

Marc Marquez è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere della classe MotoGp nel Gp del Qatar, prima prova del motomondiale. Lo spagnolo, in sella alla Honda ufficiale, ha fermato i cronometri sul tempo di 1'55"281, precedendo i connazionali Dani Pedrosa (1'55"357), suo compagno di squadra e Aleix Espargaro (1'55"685) su Suzuki.

Quarto tempo per la prima delle Yamaha, quella ufficiale di Jorge Lorenzo (1'55"698) che completa un poker di piloti spagnoli, quinto il britannico Cal Crutchlow (1'55"818) su Honda, si è piazzato davanti alle Ducati degli italiani Danilo Petrucci (Pramac - 1'55"939) e Andrea Dovizioso (1'55"980). Solo nono Valentino Rossi che, in sella alla Yamaha ufficiale, ha realizzato il tempo di 1'56"162 a quasi un secondo al campione del mondo in carica.

"Siamo un po' in difficoltà e infatti siamo abbastanza lenti", ha commentato Rossi a caldo ai microfoni di Sky Sport. "Il problema è che rovino troppo la gomma dietro già dopo 4-5 giri -ha aggiunto il 'dottore'- e così la moto si muove tanto e siccome il nostro programma era di fare tutta la sessione con una sola gomma non sono riuscito ad essere abbastanza veloce nella seconda parte delle prove. Non siamo a posto con il set-up e soffro troppo soprattuto in entrata di curva".

Soddisfatto Marquez: "Oggi è andata abbastanza bene. E' sempre importante cominciare bene il week-end di gara. Mi sono sentito subito bene e le sensazioni sono state simili a quelle dei test delle scorse settimane, anche se forse c'era un po' meno grip", spiega il campione del mondo. "Abbiamo provato alcune cose preparate dopo i test e hanno funzionato al meglio -aggiunge lo spagnolo della Honda-. Domani cercheremo di continuare a progredire, senza dimenticare che l'asfalto migliorerà molto e i tempi scenderanno".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza