cerca CERCA
Sabato 19 Giugno 2021
Aggiornato: 00:02
Temi caldi

Musica

Grammy, Billie Eilish fa la storia

27 gennaio 2020 | 15.34
LETTURA: 2 minuti

La più giovane artista di sempre a portarsi a casa i premi più importanti, tra cui miglior brano, registrazione ed album

alternate text
(Foto Afp)

Billie Eilish, 18 anni, fa storia alla 62esima edizione dei Grammy Awards, gli 'Oscar della musica', portando a casa i premi più importanti, tra cui miglior brano, registrazione ed album. La cerimonia è stata segnata dalla tragica morte di Kobe Bryant, la star della Nba che per 20 anni ha chiamato 'casa' lo Staples Center di Los Angeles, sede dell’evento.

Alicia Keys, conduttrice della serata, gli ha dedicato in apertura il brano 'It is so hard to say goodbye to yesterday', eseguito insieme ai Boyz II Men. Anche la rapper e cantante Lizzo, vincitrice di tre premi, ha omaggiato Bryant con i brani 'Truth Hurts' (Best Pop Solo Performance) e 'Cuz I Love You' (dall’album omonimo vincitore nella categoria 'Best Urban Contemporary Album').

In una delle edizioni più emozionanti dei Grammy Awards, dunque, Billie Eilish diventa la più giovane artista di sempre a vincere almeno uno degli ambiti premi, scavalcando Taylor Swift nella speciale graduatoria. La cantautrice originaria di Los Angeles porta a casa i premi come miglior artista esordiente, per il miglior brano e registrazione con Bad Guy, ed infine album dell’anno e Best Vocal Pop Album con 'When we all fall asleep, Where do we go?'.

In una serata spesso criticata per i pochi riconoscimenti assegnati a figure femminili dell’industria discografica, da segnalare le vittorie di Beyoncè per il suo film 'Homecoming', e della ex first lady Michelle Obama per la versione audiolibro dell’autobiografia 'Becoming'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza