cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 12:38
Temi caldi

Grande guerra, Muti a Redipuglia dirige il Requiem di Verdi per le vittime

05 luglio 2014 | 17.48
LETTURA: 3 minuti

Il concerto, organizzato per le commemorazioni per il centenario del primo conflitto mondiale, si terrà domenica alle 21:30. Parteciperà Napolitano

alternate text

Circa 8.000 appassionati attesi, 365 persone sul palco in rappresentanza di 20 nazioni. Tutto pronto al Sacrario di Redipuglia dove domenica il maestro Riccardo Muti dirigerà alle 21,30 la 'Messa da Requiem' di Giuseppe Verdi, per le vittime di tutte le guerre. Prima del Requiem si esibiranno il Coro dei Cori e la Fanfara Brigata Alpina Cadore.

Con il concerto, realizzato in coproduzione con il Mittelfest, culmina la venticinquesima edizione di Ravenna Festival, nel 2014 intitolata al centenario dello scoppio della Prima guerra mondiale: "1914: l'anno che ha cambiato il mondo". All'evento, trasmesso in diretta su Rai 3 e su Rai in differita il 1 agosto, parteciperà il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, insieme ad alcuni Capi di Stato dei Paesi coinvolti nella Grande Guerra.

Il Ravenna Festival sceglie Redipuglia, in questo caso luogo di memoria ma anche porta d'ingresso alle commemorazioni del Governo per il centenario del primo conflitto mondiale, come ennesima meta delle Vie dell'Amicizia, attraverso le quali negli anni ha raggiunto, nei più diversi angoli del mondo, città martoriate dalla guerra. Città, segnate da antichi e nuovi conflitti, in cui portare un messaggio di fratellanza e di amicizia.

Il messaggio è affidato al maestro Riccardo Muti che chiamerà simbolicamente a raccolta musicisti di molte delle nazioni protagoniste del massacro che si consumò tra il 1914 e il 1918, (prime parti di: Berliner Philharmoniker, Chicago Symphony Orchestra, Orchestra del Teatro Verdi di Trieste, Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, Orchestre National de France, Orchestre Symphonique du Théatre Royal de La Monnaie, Philharmonia Orchestra e Wiener Philharmoniker) ad unirsi all'Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, all'European Spirit of Youth Orchestra e agli allievi dei Conservatori di 'Giuseppe Tartini' di Trieste e 'Jacopo Tomadini' di Udine.

I solisti del concerto saranno il soprano Tatiana Serjan, il mezzosoprano Daniela Barcellona, il tenore Saimir Pirgu e il basso Riccardo Zanellato. Dal Friuli Venezia Giulia, Lubiana, Zagabria e Budapest proverranno significativamente le compagini corali coordinate da Crstiano Dell'Oste.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza