cerca CERCA
Martedì 05 Luglio 2022
Aggiornato: 12:22
Temi caldi

Grecia, guardie a confine turco lanciano lacrimogeni contro migranti

28 febbraio 2020 | 19.08
LETTURA: 2 minuti

Il governo di Ankara ha annunciato di non voler più fermare i profughi siriani diretti verso l'Europa

alternate text
(Afp)

Guardie di confine greche hanno lanciato lacrimogeni a Evros contro almeno 500 migranti che tentavano di varcare il confine terrestre dalla Turchia, dopo che il governo di Ankara ha detto di non voler più fermare i profughi siriani diretti verso l'Europa. E' la prima volta, scrive il sito ellenico Ekathimerini, che un così grande gruppo di migranti e rifugiati cerca di superare in massa il confine.

Le guardie di frontiera turche "sono sparite da questa mattina", ha detto Vassilis Mavridis, sindaco della città greca di confine di Orestiada. Fonti al confine hanno riferito a Ekathimerini che le autorità greche hanno intensificato le pattuglie alla frontiera ed eretto barriere di filo spinato lungo le rive del fiume Evros per assicurare che "ogni centimetro" del confine sia sorvegliato. Rinforzi per le guardie di frontiera sono stati inviati dalla Tracia e la Macedonia, mentre il valico di Kastanies è stato chiuso. Infine sono state intensificate anche le missioni della Guardia Costiera davanti al porto di Alexandroupolis per sorvegliare la penisola turca di Gallipoli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza