cerca CERCA
Venerdì 15 Ottobre 2021
Aggiornato: 23:06
Temi caldi

Tsipras: "Stiamo rispettando gli impegni, i partner facciano la loro parte"

13 marzo 2015 | 10.28
LETTURA: 4 minuti

Il premier greco a Bruxelles per una "soluzione" alla crisi: "Sono ottimista". Juncker prima di vederlo: "Non penso al fallimento, ma servono rapidi progressi". Portavoce Merkel: "Soluzione alla crisi non è faida privata Berlino-Atene". Schaeuble: "Non si può escludere l'uscita di Atene dall'Euro". Pil 2014 rivisto al rialzo a +0,8%. Basta Troika, la Grecia all'Ocse cerca alleati contro l'austerity

alternate text
Alexis Tsipras e Martin Schulz (Afp) - AFP

La Grecia "ha già iniziato a rispettare i propri impegni dell'accordo raggiunto all'Eurogruppo del 20 febbraio. Noi stiamo facendo la nostra parte e aspettiamo che i nostri partner facciano la loro". Lo ha detto il premier greco Alexis Tsipras al termine di un incontro a Bruxelles con il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz. "Sono ottimista che alla fine troveremo una soluzione per risolvere i problemi della Grecia e dell'Europa. Con la volontà politica tutto è possibile", ha aggiunto.

"Siamo pro-Europa e vogliamo andare avanti insieme", ha sottolineato Tsipras. "Sono certo che alla fine risolveremo tutte le incomprensioni e andremo avanti con l'attuazione dell'onesto compromesso del 20 febbraio all'Eurogruppo". Il messaggio della Grecia è di "dare speranza al popolo greco".

"Non bisogna solo parlare di 'attuare, attuare, attuare' e di 'obblighi, obblighi, obblighi' - ha detto Tsipras - Le istituzioni europee diano aiuto e solidarietà al popolo greco, in particolare per superare la difficile situazione a livello sociale".

Angela Merkel - Nel clima di tensione crescente e botta-risposta tra Atene e Berlino, interviene Steffen Seibert, portavoce del cancelliere tedesco Angela Merkel: la soluzione della crisi della Grecia non è una "faida privata" tra le due capitali o una questione bilaterale, ha tenuto a chiarire secondo quanto riporta il sito del Wall Street Journal.

"L'obiettivo del governo tedesco, del cancelliere e del ministro delle Finanze è stato per anni, dall'inizio della crisi, preservare l'unità della zona euro nel suo insieme, con tutti i suoi membri, e stabilizzare questa unità", ha aggiunto, sottolineando che "questo resta il nostro obiettivo politico: tenere la Grecia nella zona euro".

In giornata, intanto, si è tento l'incontro tra Tsipras e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, convinto che una soluzione "condivisa" si troverà, anche se sull'attuazione del programma europeo di sostegno finanziario alla Grecia si è detto "non soddisfatto dagli sviluppi della situazione". Durante l'incontro, tra i due c'è stata "una discussione costruttiva".

Nel frattempo il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, nel corso di un'intervista con l'emittente austriaca Orf ha dichiarato che la mancanza di progressi sul dossier Grecia accresce il rischio di un'uscita 'accidentale', non pianificata di Atene dall'Euro, un 'Grexident': "Dal momento che la responsabilità e la possibilità di decidere che cosa accade ricade sulla Grecia, e dal momento che non sappiamo esattamente cosa stiano facendo in Grecia le persone che hanno la responsabilità, non possiamo escluderlo".

Secondo l'Ufficio di statistica ellenico il 2014 si è chiuso in Grecia con un incremento della crescita dello 0,8%. La troika aveva previsto un pil a +0,6% mentre le precedenti stime del governo erano a +0,7.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza