cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 23:53
Temi caldi

Grillo: "Al governo, riprendiamoci il Paese". E torna all'attacco dell'"ebetino"

22 agosto 2014 | 20.03
LETTURA: 4 minuti

Il leader del M5S contro Renzi: "E' bugiardo, falso e ipocrita. Si faccia eleggere". Poi la controreplica: "Noi con i terroristi? Sue schifezze. Vedrò se ci sono gli estremi per chiedergli i danni"

alternate text
Beppe Grillo (Infophoto) - INFOPHOTO

"Noi dobbiamo, assolutamente, riprenderci il Paese. Dobbiamo andare a governare noi. So che vi sembra strano che un comico vi dica queste cose, ma bisogna che il Movimento si riprenda il Paese e piano piano inizieremo a fare il reddito di cittadinanza, perché non bisogna mollare milioni di persone sulla soglia della fame in Italia. Mi vergogno a vivere in un Paese così, e questi qui danno ottanta euro in busta, sotto le elezioni". Lo dice Beppe Grillo in un videomessaggio pubblicato sul suo blog in cui rispolvera parole al vetriolo contro il presidente del Consiglio Matteo Renzi, dopo mesi di apparente tregua.

"Vi devo parlare di questo ebetino, che non è stato eletto da nessuno: che vada alle politiche e che si faccia eleggere dal popolo italiano! Vorrei far capire a chi l'ha votato che non ha mantenuto nulla di quello che ha detto", incalza il leader del M5S definendolo "un bugiardo, un falso e un ipocrita". E le sue riforme, dice, "sono una truffa". "Vorrei andare a elezioni per determinare se il popolo italiano vuole essere preso ancora per il c... da questo cartone animato che gira e sloganizza tutto". Per Grillo "questo governo, questo ebetino, è il peggiore di tutti". E se "lo incontrassi adesso l'Ebete, gli darei anche uno scappellotto, come quelli a scuola".

Il suo intervento, spiega Grillo, è necessario perché "c'è una campagna stampa contro il M5S che è vergognosa: siamo a favore del terrorismo, dialoghiamo con i terroristi e non con il governo... Queste sono schifezze del nostro ebetino presidente del consiglio". Per le sue parole "vedrò se ci sono gli estremi per chiedergli i danni in nome mio e del popolo italiano".

"Io non ho niente da guadagnare in questa operazione, ho solo da rimetterci, che cosa ho guadagnato? Ditemi voi che cosa posso guadagnare! Non voglio un posto in Parlamento. Ho perso dei soldi perché potevo fare la mia carriera tranquillamente, allora che cosa ci guadagno?". Lo dice Beppe Grillo in un videomessaggio postato sul blog da Marina di Bibbona.

"Abbiamo bisogno di un pensiero nuovo", per questo sottolinea il leader M5S bisogna andare al voto. E "non sono io che dovrete votare, ma un pensiero, di economia, di politica, un po' diverso. Il reddito di cittadinanza è un pensiero che va oltre questi deficienti qua che sono al governo, perché sono degli incompetenti, va oltre, vuole dire tenere su la classe medio bassa, non abbandonare nessuno, vuole dire lanciare la piccola e media impresa, il turismo".

"Sono degli incompetenti - accusa Grillo - e oltre all'incompetenza hanno questa vena di disonestà perenne! È un sistema che viene giù, marcio. Dimezziamo tutti i parlamentari, come abbiamo chiesto noi, due legislature e poi a casa, senza soldi, senza rimborsi, togliere i vitalizi. Dare i vitalizi a gente condannata e messa in galera? Berlusconi prende ottomila euro di vitalizio - fa osservare - Dell'Utri 4mila euro. Ma stiamo scherzando?! Ma basta. Siamo rivoluzionari, siamo molto rivoluzionari, vogliamo essere onesti, per bene e prenderci il paese, con metodi democratici".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza