cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 07:04
Temi caldi

Grillo, Maiorino (M5S): "Boschi-avvoltoio, spieghi astensione su codice rosso"

19 aprile 2021 | 18.15
LETTURA: 1 minuti

La senatrice pentastellata all'Adnkronos: "Ai tempi era nei dem, spieghi la sua posizione di allora"

alternate text

"Mi dispiace molto che questa vicenda abbia 'coperto' mediaticamente una azione corale del M5S a sostegno del disegno di legge contro l'omotransfobia. Oggi si doveva parlare di una netta presa di posizione del M5S a favore di questa legge. Per noi i diritti vengono prima di tutto". Così all'Adnkronos la senatrice del M5S Alessandra Maiorino, commentando il video di Beppe Grillo a difesa del figlio Ciro, accusato di stupro.

La parlamentare replica anche alla presidente dei deputati di Italia Viva, Maria Elena Boschi, che ha chiesto alle donne pentastellate di dissociarsi dalle parole del garante M5S: "Il Movimento ha votato la legge sul codice rosso, il Pd all'epoca si è astenuto. Nel codice rosso sono inasprite le pene in materia di violenza sulle donne. Il limite temporale che una donna ha per denunciare è ancora troppo basso e quindi potremmo estenderlo. La Boschi, che all'epoca era ancora nel Pd, spieghi perché i dem si sono astenuti", rimarca Maiorino.

"La capogruppo di Iv -prosegue- si butta come un avvoltoio su questa storia, mentre il suo leader va a glorificare una dittatura del Golfo dove i diritti delle sono donne inesistenti. Non è questa la partita da giocare". A chi le chiede se il video di Grillo non rischi di oscurare le iniziative legislative sostenute dal M5S in materia di difesa dei diritti delle donne, la senatrice risponde: "Su questo non commento".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza