cerca CERCA
Venerdì 03 Febbraio 2023
Aggiornato: 08:19
Temi caldi

Piazzapulita

Guerra Ucraina-Russia, scontro Di Cesare-Crosetto a Piazzapulita

04 marzo 2022 | 09.14
LETTURA: 2 minuti

Dibattito sui social, nel mirino anche le parole di Orsini

alternate text

Guerra tra Ucraina e Russia, è scontro in diretta a Piazzapulita tra la professoressa Donatella Di Cesare e Guido Crosetto: "Non si conquista la libertà attraverso la guerra, la pace è più importante della libertà. Pace significa anche interrogarsi sulle ragioni dell'altro e pensare di poter avere torto. Questo è il punto. E la demonizzare Putin non serve a nessuno", dice la professoressa Di Cesare scatenando la reazione dell'imprenditore. "Io sono senza parole, sono il primo che dice da giorni che l'unica cosa che deve fare Occidente è mantenere canali di dialogo e cercare in tutti i modi di far finire questa guerra che può solo peggiorare. Ciò detto, i ragionamento sono caduti con le ragioni nel momento in cui il primo soldato ha superato un confine", dice Crosetto. "Assolutamente no - ribatte la professoressa -, restano le ragioni della diplomazia". E Crosetto sbotta: "Ma cosa faccio, ci ragiono? Ma come fa a ragionare così? Lei pretende che gli ucraini stiano zitti mentre i carri armati gli sparano addosso?".

"Io sono contenta di non avere la sua posizione. Io porto le ragioni della pace che in questo momento sono scomode perché chi parla così viene addirittura indicato al pubblico ludibrio. Io non mi schiero, c'è bisogno di politica. Io non la sento, è la sconfitta della politica", replica Di Cesare. A contestare la professoressa è però l'intero studio.

Il dibattito si sposta sui social, dove vengono discusse anche le parole del professor Alessandro Orsini. "Alessandro Orsini Direttore Sicurezza Internazionale LUISS sostiene a Piazzapulita che si deve abbandonare l’Ucraina a Putin. Il diritto di un popolo di voler vivere in libertà e democrazia per lui vale zero. D’accordo con lui gli altri docenti LUISS?", scrive il professor Franco Bassanini. Sul tema torna anche Crosetto: "Essere pacifisti significa seguire ogni via possibile per la arrivare alla pace, cercare il dialogo ad ogni costo e sempre. Non significa sacrificare l’aggredito perché tanto ha perso e perché tanto non siamo noi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza