cerca CERCA
Giovedì 11 Agosto 2022
Aggiornato: 10:32
Temi caldi

"Hotspot sta scoppiando", appello sindaco Lampedusa a Conte

01 agosto 2020 | 11.12
LETTURA: 1 minuti

Salvatore Martello all'Adnkronos: "Il centro d’accoglienza va svuotato subito, non possiamo aspettare le navi quarantena". Non si ferma l'ondata di sbarchi sull'isola, in poche ore 250 arrivi. A Palermo migranti positivi al Covid lasciano le stanze dell'hotel che li ospita

alternate text

"L’hotspot di Lampedusa sta scoppiando, ci sono oltre novecento persone su una capienza di cento ospiti. Mi rivolgo direttamente al premier Conte. Il centro d’accoglienza va svuotato subito, non possiamo aspettare le navi quarantena". E l’accorato appello lanciato al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, attraverso l’Adnkronos, dal sindaco di Lampedusa Salvatore Martello. "La situazione è molto grave e non possiamo aspettare l’arrivo della nave previsto per domani sera - dice - bisogna subito alleggerire il centro d’accoglienza".

Da qui l’appello al premier Conte: "Non riesco a capire per quale motivo, essendoci stati più sbarchi in questo periodo del 2011, quella volta venne dichiarato lo stato di emergenza e ora si fa finta di niente". E ricorda: "In 28 giorni ci sono stati più sbarchi del 2011. Come si fa a dire che non è un'emergenza?".

Intanto l'ondata di sbarchi non si ferma. Nella notte sull'isola sono arrivate oltre 250 persone su diverse imbarcazioni.

Vito Crimi, viceministro dell'Interno, interpellato in merito a margine di un incontro a Napoli, ha detto che la nave sulla quale saranno ospitati i migranti che sbarcano in Italia per la quarantena "dovrebbe essere disponibile già da domenica". Un'altra nave, ha aggiunto, sarà disponibile "in Calabria. Si proseguirà su questa linea cercando di utilizzare le navi che sono posti che garantiscono un trattamento dignitoso ma allo stesso tempo la sicurezza del luogo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza