cerca CERCA
Giovedì 28 Gennaio 2021
Aggiornato: 16:39

Mestieri: i conciatetti altoatesini 'compiono' 30 anni

28 luglio 2015 | 11.49
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Bolzano, 28 lug. (Labitalia)

Hanno tanto di rappresentanza con una 'sezione di mestiere' apposita nell'lvh.apa Confartigianato di Bolzano, che ha appena compiuto trent'anni. Ma la loro artigianalità affonda le radici in una tradizione ben più antica. Sono i conciatetti altoatesini, custodi di sapienti tecniche per rivestire o riparare le coperture degli immobili. Che proprio in questi giorni si sono riuniti per celebrare la ricorrenza nella loro assemblea annuale. Un'occasione per parlare dei vecchi tempi, delle attuali sfide e di quello che sarà il futuro.

"Il primo periodo fu tutto fuorché semplice", ricorda l’esperto artigiano Roland Mumelter, primo presidente nella storia della sezione di mestiere, nata grazie al fondamentale sostegno di un piccolo gruppo di conciatetti assai motivati.

“Il nostro compito principale - racconta - fu all’inizio quello di definire con chiarezza il percorso formativo dei conciatetti e il loro settore di competenza. La nostra realtà aveva pochissimi mezzi economici a disposizione e anche per questo ci siamo pagati autonomamente numerosi viaggi formativi ed escursioni. Al contempo, eravamo consapevoli di quanto queste manifestazioni d’aggiornamento fossero cruciali per i soci di una sezione di mestiere qualificata”.

All’assemblea generale dei conciatetti, ospitata quest’anno in Val d’Ultimo dal Maestro Ernst Parth, non ha tuttavia preso parte soltanto il primo presidente della sezione di mestiere. Tra i presenti c’era infatti anche Heinz Gamper, complessivamente alla guida della sezione per quasi due decenni. Solo nel 2008 il timone è infatti passato nelle mani di Renate Gamper, una donna da allora alla guida di una sezione di mestiere dedicata a una professione tipicamente maschile.

Proprio Gamper sottolinea con orgoglio il recente passato e i risultati ottenuti: “I miei predecessori hanno svolto un lavoro straordinario e hanno saputo risolvere numerosi problemi. Senza il loro impegno la nostra sezione di mestiere non si troverebbe dov’è oggi".

E la volontà è quella di continuare a sostenere con profitto la realtà dei conciatetti. "La volontà è quella di ottenere altri successi importanti, come avvenuto ad esempio con la formazione di una rete all’interno della sezione di mestiere e la connessione con diversi fornitori", afferma ricordando la partecipazione dei conciatetti lvh.apa alla fiera Klimahouse: “Siamo una delle poche sezioni di mestiere che partecipa a questa esposizione di settore e dobbiamo sentirci onorati di aver raggiunto questo traguardo”.

Significativo anche lo spazio dedicato alle iniziative future e in particolar modo all’incontro tra i conciatetti delle regioni alpine in programma quest’autunno presso la residenza Freienfeld di Cortaccia.

Un appuntamento che il prossimo 9 ottobre vedrà come protagonisti i Maestri di settore e tutti i conciatetti interessati, pronti ad essere protagonisti in una manifestazione che avrà come propri aspetti salienti la fisica delle costruzioni nella realizzazione dei tetti, il tetto nella CasaClima e una particolare sfida in altezza.

“Questo evento rappresenta un’ottima opportunità - conclude Renate Gamper - per implementare ulteriormente la rete già esistente tra i conciatetti. Uno scambio costante e interessanti discussioni sui nuovi trend, nonché diverse appassionanti sfide, non possono che rappresentare una chance da sfruttare per continuare a offrire un artigianato di prima qualità”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza