cerca CERCA
Domenica 28 Novembre 2021
Aggiornato: 07:32
Temi caldi

Calcio

I social non perdonano, ecco l'hashtag 'ConteOut'

06 novembre 2019 | 10.01
LETTURA: 1 minuti

Il tecnico nel mirino dopo il duro sfogo seguito al k.o. di Champions contro il Borussia Dortmund

alternate text
Antonio Conte (Foto IPA/Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Antonio Conte lancia il suo j'accuse contro la dirigenza dell'Inter, ma sui social è lui a finire sul banco degli imputati. L'attacco sferrato dal tecnico nerazzurro contro la società dopo il k.o. in Champions League contro il Borussia Dortmund non è piaciuto ai tifosi nerazzurri e in queste ore sale di gradimento l'hashtag '#Conteout', sulla falsariga di quello lanciato dai sostenitori del Milan all'arrivo di Stefano Pioli.

"Non è cambiato, incapace di ammettere i propri errori, sempre vittima di qualcun altro, degli errori altrui e delle mancanze altrui. Mai un'autocritica vera e pura", "Sarebbe bello che qualche giornalista facesse notare a Conte che prende 12 milioni netti l’anno e che è uno dei tecnici più pagati al mondo", "Quando uscirà l'autobiografia di Antonio #Conte, al posto dei ringraziamenti finali ci saranno le lamentele", "Avrà pure ragione, ma ste bordate in TV, soprattutto se alleni l'Inter, sono un suicidio", sono alcuni dei commenti che si leggono sui social.

C'è anche chi sceglie l'ironia per commentare la sconfitta dei nerazzurri. Come VujadIn Boskov, il profilo che si presenta come tributo-parodia dell'indimenticato tecnico della Sampdoria: "Inter stasera fatto come mucca di Bosnia, che prima riempie secchio di latte e poi dà un calcio", scrive specificando: "Questa non mia, ma stupenda citazione di vero Boskov".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza