cerca CERCA
Lunedì 30 Gennaio 2023
Aggiornato: 19:37
Temi caldi

Il 24 gennaio 1979 moriva Guido Rossa, ucciso dalle Brigate Rosse

24 gennaio 2015 | 10.05
LETTURA: 2 minuti

Colpevole di aver denunciato 'il postino' delle BR all'Italsider, alla sua morte seguirono non solo le reazioni sdegnate di sindacati e partiti, ma anche un acceso quanto paradossale dibattito sul significato della sua scelta

alternate text

Esattamente 36 anni fa, il 24 gennaio del 1979, nel pieno degli 'anni di piombo', a Genova, Guido Rossa, operaio dell’Italsider, iscritto al Pci e delegato della Fiom Cgil, fu barbaramente assassinato dalle Brigate Rosse. Come ogni anno, la Cgil "ricorda il suo sacrificio e il suo grande esempio di rigore morale e di coerenza".

Colpevole di aver denunciato un brigatista infiltrato, alle 6.35 del mattino di quel 24 gennaio, Rossa uscendo di casa per recarsi al lavoro viene ucciso da sei colpi di pistola sparati dal commando composto da Riccardo Dura, Vincenzo Guagliardo e Lorenzo Carpi che lo aspettavano a bordo di un furgone Fiat 238 parcheggiato dietro l'auto dell'operaio.

È la prima volta che le Brigate Rosse decidono di colpire un sindacalista organico alla sinistra italiana, scatenando una forte reazione da parte di partiti e sindacati e della società civile, in particolare quella legata al partito comunista. Ma la sua morte ha anche avuto un risvolto paradossale, quello di trasformare Guido Rossa in eroe, per alcuni, ina antieroe per altri.

Si discusse del suo presunto isolamento, sulla sua decisione e in alcuni ambienti, paradossalmente, si scatenò anche un dibattito che trasformava un eroe in antieroe: cioè, se la sua scelta civile di denunciare "il postino" delle BR all'Italsider non fosse invece "delazione" come sostenevano le Brigate rosse nel volantino di rivendicazione dell’omicidio: "Mercoledì 24 gennaio, alle ore 6.40 un nucleo armato delle Brigate rosse ha giustiziato Guido Rossa, spia e delatore all’interno dello stabilimento Italsider di Cornigliano, dove, per svolgere meglio il suo miserabile compito, si era infiltrato tra gli operai camuffandosi da delegato…"

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza