cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 13:28
Temi caldi

Sostenibilità: il business delle lumache in Italia parla siciliano e mangia bio

06 febbraio 2017 | 17.22
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Lumaca Madonita

Dalle uova agli elisir di bellezza a base di bava: il mercato delle lumache va veloce tanto che, secondo una recente analisi della Coldiretti il consumo è aumentato di oltre il 300% in 20 anni. In Italia il più grande allevamento si trova in Sicilia e mangia biologico. Si tratta dell'azienda palermitana Lumaca Madonita nata nel 2006, che ogni anno produce tra le 18 e le 20 tonnellate di chiocciole e ne mette in commercio 150 tonnellate. Di queste quasi il 90% sono destinate al mercato mondiale, arrivando sulle tavole soprattutto francesi e spagnole con il marchio “Made in Italy”.

Ad avere l’idea tre giovani imprenditori siciliani Davide Merlino, Giuseppe e Michelangelo Sansone che nel 2006 hanno messo insieme i propri risparmi con l’obiettivo di realizzare un progetto di agricoltura alternativa. “Volevamo creare un prodotto che celebrasse la nostra terra e al tempo stesso fosse innovativo e genuino, così è nata l’idea di incrociare le tipiche escargot francesi con le chiocciole autoctone siciliane per produrre una varietà nuova e dal sapore inconfondibile” raccontano i responsabili di Lumaca Madonita.

L’allevamento si estende su 40mila metri quadri nella natura di Campo Felice di Roccella, in provincia di Palermo, ai piedi del parco delle “Madonie” da cui prende il nome l’azienda. Innovativo anche il metodo di produzione detto “Madonita”: le chiocciole sono alimentate solo con prodotti biologici, in un habitat che permette all’elicicoltore di allevare gli animali all’interno di più recinti contemporaneamente, aumentando notevolmente la quantità di esemplari per metro quadro. La carne di lumaca acquisisce così le caratteristiche ottimali in soli 8 mesi.

“Il nostro sistema permette quindi di creare un allevamento naturale, non intensivo, efficace e produttivo ma al tempo stesso etico - spiegano i fondatori – lo stiamo sperimentando anche a livello europeo e lo insegniamo a tutti gli elicicoltori che collaborano con noi”.

Lumaca Madonita è inoltre una delle poche aziende al mondo a produrre anche le cosiddette “Perle Madonite”, ovvero le uova di lumaca, alimento che ha vinto il premio nazionale Oscar Green 2013 della Coldiretti e il certificato Eccellenze Italiane. “Queste piccole e raffinate perle bianche di produzione interamente siciliana sono oggi tra i cibi più ricercati. Non a caso hanno scelto il nostro caviale chef stellati e importanti come Pietro D’agostino, Martina Caruso, Gioacchino Gaglio, Ludovico De Vivo e Giuseppe Raciti“ ha dichiarato l’azienda.

Lumaca Madonita ha applicato i suoi principi etici anche nella prima linea di prodotti di bellezza a base di bava di lumaca. Il siero è un elisir di bellezza, antirughe e cicatrizzante, e ciò che rende le creme di Lumaca Madonita uniche sono gli ingredienti a base naturale e 100% cruelty free.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza