cerca CERCA
Martedì 16 Agosto 2022
Aggiornato: 08:54
Temi caldi

Il 'cappello da un metro', l'idea del bambini cinesi per tornare a scuola

29 aprile 2020 | 09.16
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Afp)

Il 26 aprile, gli alunni di prima elementare della Yangzheng School di Hangzouh, nella provincia di Zhejiang, nella Cina orientale, sono tornati ufficialmente in classe. Indossavano tutte le precauzioni imposte a causa dell'emergenza coronavirus, tra cui un simpatico 'cappello da un metro' home made. L'idea del copricapo è nata a scuola e permette ai bambini, che ancora non hanno un concetto chiaro di cosa sia "un metro", di mantenere le distanze di sicurezza.

Il preside Shao Hongfeng ha affermato che il lavoro di prevenzione delle epidemie rimane fondamentale dopo il ritorno in classe e che vi sarà una notevole pressione psicologica su insegnanti, studenti e genitori. "Iniziando le lezioni in questo modo, gli studenti tornano felici a scuola", ha affermato.

Il vicedirettore Hong Feng ha spiegato che i bambini non devono solo indossare il 'cappello da un metro', ma devono anche proteggerlo, non facendolo venire a contatto con quello degli altri bambini, in modo da acquisire un chiaro concetto di distanza sociale. Inoltre, ogni mattina gli studenti ricevono maschere facciali e le loro temperature vengono rilevate all’arrivo.

I cappelli sono tutti fatti a mano e alcuni sono molto originali: una bimba ad esempio ha ideato un cappello usando solo dei palloncini. L’idea del 'cappello da un metro' è spopolata su Weibo, famosa piattaforma social cinese e le foto sono state condivise dalle varie testate cinesi e twittate da @SixthTone.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza