cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 09:53
Temi caldi

Comunicato stampa

Il CSO del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e il SDRPY hanno concluso il secondo workshop sulla stabilizzazione

25 ottobre 2019 | 14.07
LETTURA: 3 minuti

Il workshop ha formato più di 80 professionisti provenienti da diversi ministeri e agenzie governative saudite

RIYADH, Arabia Saudita, 25 ottobre, 2019 /PRNewswire/ -- Si è concluso il workshop dedicato alle sfide chiave per le operazioni di stabilizzazione, organizzato dal programma saudita di sviluppo e ricostruzione per lo Yemen (SDRPY) in partenariato con il Bureau of Conflict and Stabilization Operations (CSO) del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, con la partecipazione dell'Ambasciata degli Stati Uniti in Riyadh, l'Ambasciata degli Stati Uniti in Sana'a, l'Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID), e il Dipartimento di Difesa. Sulla base delle attività svoltesi in un workshop ad aprile, i partecipanti hanno discusso i futuri programmi di stabilizzazione e le modalità per migliorare il coordinamento internazionale delle attività di sminamento nello Yemen. 

Il workshop ha visto la partecipazione dei ministeri sauditi, tra cui quello della Difesa, degli Affari Esteri, del Lavoro e Sviluppo Sociale, della Finanza, dei Media, e dell'Economia e Pianificazione, e del Fondo Saudita per lo Sviluppo e del Centro di aiuto e soccorso umanitario King Salman (KSRelief). L'Ambasciatore saudita in Yemen e il Supervisore Generale del programma saudita di sviluppo e ricostruzione per lo Yemen, Mohammed Al Jabir e l'Ambasciatore degli Stati Uniti in Yemen, Christopher Henzel hanno tenuto il discorso di apertura. L'Ambasciatore Al Jabir, l'Ambasciatore Henzel e John P. Abizaid, Ambasciatore degli Stati Uniti in Arabia Saudita hanno rilasciato delle osservazioni a conclusione dell'evento.

Gli Ambasciatori Abizaid e Henzel hanno notato che la politica degli Stati Uniti rimane incentrata sulla collaborazione con i partner internazionali americani per portare pace, prosperità, e sicurezza nello Yemen. Hanno sottolineato il sostegno degli Stati Uniti nell'impegno diplomatico per porre fine ai combattimenti, facilitando la consegna di aiuti umanitari e raggiungendo un accordo politico complessivo nello Yemen in coordinamento con l'inviato speciale delle Nazioni Unite e con i colloqui di pace mediati dall'ONU.

"Dopo quattro anni di conflitto nello Yemen, abbiamo l'obbligo di lavorare insieme per trovare una soluzione politica e dobbiamo inoltre aiutare i cittadini e le istituzioni yemenite ad ottenere e mantenere la pace," ha dichiarato l'Ambasciatore Abizaid. "Non c'è nessun dubbio che uno Yemen stabile sia nell'interesse di tutti gli yemeniti, così come degli Stati Uniti e dell'Arabia Saudita."

"Lo sviluppo sostenibile è la chiave per la stabilizzazione in Yemen. Qui abbiamo avuto uno scambio di punti di vista e di conoscenze molto produttivi," ha affermato l'Ambasciatore Al Jabir riferendosi al workshop. "Il partenariato americano-saudita è vitale per la stabilità e la sicurezza internazionali."

La missione del programma saudita di sviluppo e ricostruzione per lo Yemen è quello di creare le condizioni per la stabilità, la pace, la prosperità e la sicurezza nello Yemen incentivando progetti e iniziative di sviluppo sostenibile in tutte le province yemenite. La missione del Bureau of Conflict and Stabilization Operations è di anticipare, prevenire e rispondere ai conflitti che minacciano gli interessi nazionali degli Stati Uniti.

Foto - https://mma.prnewswire.com/media/1016869/SDRPY_Workshop.jpg  Foto - https://mma.prnewswire.com/media/1016870/SDRPY_Workshop_2.jpg  

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza