cerca CERCA
Sabato 27 Febbraio 2021
Aggiornato: 00:08
Temi caldi

Il fratello di Floyd: "Non avrebbe voluto violenze"

01 giugno 2020 | 20.32
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Afp)
Washington, 1 giu. (Adnkronos)

George Floyd non avrebbe voluto che la gente desse vita a proteste violente per ricordarlo. Ad affermarlo, in un'intervista a 'Good Morning America', è stato Terrence Floyd, il fratello più giovane di George, morto durante un fermo di polizia a Minneapolis. Per Terrence il rischio è quello di oscurare le proteste pacifiche contro il razzismo presente nei dipartimenti di polizia. "Vorrebbe che chiedessimo giustizia nel modo in cui stiamo cercando di farlo, ma incanalare la richiesta in modo diverso. Fare a pezzi, danneggiare la vostra città non è il modo che avrebbe voluto".

"Per lui si trattava di pace, di unità. Le cose che emergono ora possono chiamarle unità ma è un'unità distruttiva. Per lui non si trattava di questo, per mio fratello non era questo". Per Terrence Floyd il fratello era un 'gigante buono' sempre pronto a motivare gli altri qualunque fossero le difficoltà che attraversavano. Floyd spingerebbe gli altri ad incanalare la loro rabbia "facendo qualcosa di positivo o producendo un cambiamento in maniera diversa" ha detto Terrence.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza