cerca CERCA
Mercoledì 01 Febbraio 2023
Aggiornato: 21:00
Temi caldi

Il Ftse Mib chiude la settimana in positivo

08 luglio 2022 | 18.37
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Nell'ultima seduta della settimana il Ftse Mib ha messo a segno un incremento di un punto percentuale fermandosi a 21.774,18 punti. Merito dei titoli del comparto industriale (+4,12% di Leonardo, +3,83% di Stellantis e 1,69% di Pirelli) e di quelli del risparmio gestito (+2,81% per Banca Mediolanum e +2,32% di Banca Generali).

Per quanto riguarda la casa nata dall’operazione Psa-Fca, è stato firmato un accordo con le rappresentanze sindacali che prevede fino a 1.820 uscite volontarie dal gruppo in Italia entro fine anno. Tim (+0,74%) invece, nell’ambito del piano di ristrutturazione, ha previsto almeno 9 mila esuberi entro il 2030.

Con il Brent in rialzo del 2,1% a 106,85 dollari, Eni è salita dell’1,6%, Saipem ha guadagnato il 7,27% (si avvicina la fine dell’aumento di capitale) e Tenaris ha messo a segno un +3,68%. Quest’ultima ha annunciato un accordo per l’acquisizione del 100% di Benteler Steel & Tube Manufacturing Corporation per un controvalore di 460 milioni di dollari.

Tra i pochi segni meno del Ftse Mib troviamo quello di Poste Italiane (-1,56%), bocciata da Ubs a “neutral” dal precedente “buy”. Peggiora anche il prezzo obiettivo, tagliato da 13 a 8,7 euro.

Per quanto riguarda i dati macro, il tasso di disoccupazione statunitense a giugno si è confermato al 3,6% mentre il saldo delle buste paga nei settori non agricoli è risultato positivo per 372 mila unità (consenso a 260 mila). Segno meno per lo spread Btp-Bund, sceso del 2,25% a 198 punti base. (in collaborazione con Money.it)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza