cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 16:39
Temi caldi

Lavoro: il giuslavorista, proposta Statuto Cgil fuori da realtà

18 gennaio 2016 | 17.06
LETTURA: 3 minuti

alternate text

"La proposta di un nuovo Statuto dei lavoratori della Cgil, denominata 'Carta dei diritti universali del lavoro', è un doppio salto mortale indietro verso il passato. Vi è il tentativo di riaccendere un dualismo sociale che non ha più senso ed è fuori dalla realtà storica. Sui punti fondamentali quali articolo 18, disciplina dei licenziamenti, controllo a distanza, il passa indietro è preoccupante". Lo afferma a Labitalia il giuslavorista e avvocato Francesco Rotondi, docente di Diritto del lavoro all'Università Carlo Cattaneo di Castellanza.

"In sostanza, la vera finalità del nuovo Statuto proposto è ridare un ruolo al sindacato per legge. In un momento storico nel quale occorre rivedere i rapporti tra impresa, manager e capitale umano, la risposta della Cgil appare del tutto inadeguata”, avverte.

Per Rotondi, "scorrere gli articoli del 'Nuovo Statuto di tutti i lavoratori e di tutte le lavoratrici' è un’avventura, ma il finale si conosce già poiché è identico all’inizio: pare che il tempo non sia passato; pare che non siano passate generazioni, conflitti, ere sociali e sociologiche; pare che non vi sia stato alcun mutamento nelle arti e nei mestieri, nel lavoro in generale e che le imprese siano sempre le stesse e le organizzazioni abbiano le medesime strutture di 100 anni fa".

Ma non è questo il rilievo più preoccupante, rimarca il giuslavorista: "Tale operazione - chiarisce - rappresenta formalmente e ufficialmente la distanza siderale della Cgil dalla realtà sociale, economica, imprenditoriale, giovanile. Insomma, la distanza dalla 'realtà'. Tutto è nel segno della contrapposizione rispetto a quanto fatto in termini di riforme sino ad oggi. Dimenticate le motivazioni, dimenticate le finalità, dimenticate le esigenze che impongono un riallineamento delle regole del lavoro del nostro Paese a ciò che è 'l’Europa', non ancora il 'mondo'".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza