cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 17:53
Temi caldi

Nuova era

Il golf abbatte un tabù, via libera agli shorts nell'European Tour

20 gennaio 2016 | 17.06
LETTURA: 5 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Il golf abbatte un tabù e dà il via libera all'uso degli shorts. La decisione, rivoluzionaria nell'ambito di uno sport molto attento al decoro dei suoi protagonisti sul green, è stata presa ieri all'unanimità dalla commissione che sovrintende ai tornei dell'European Tour. Per ora il via libera all'uso dei pantaloni corti è riferito solo agli allenamenti e alle competizioni Pro-Am, ma molti tra i professionisti sperano che venga presto esteso anche ai tornei.

Fra questi vi è anche Edoardo Molinari, che su twitter ha commentato con grande enfasi l'annuncio dell'European Tour definendola "una decisione fantastica". "Il golf apparirà sempre di più come uno sport moderno!", ha scritto il torinese. Poi, rispondendo al suo follower 'Barbatrucco' che gli chiedeva se giocherebbe anche un torneo in shorts: "Assolutamente sì...e penso che presto arriverà quel giorno!".

L'entusiasmo di Dodo Molinari del resto è condiviso da altri suoi colleghi, convinti come lui che il golf abbia bisogno di un 'restyling' sulla falsariga di quello del tennis, che nel corso dei decenni ha modificato i suoi standard estetici: da pantaloni lunghi e giacca fino alla canotta di Rafa Nadal. "Siamo nel 2016, non nel 1990", ha evidenziato l'inglese Ian Poulter, celebre per il suo stile stravagante, secondo il quale bisogna "sbarazzarsi delle vecchie regole soffocanti che tengono il golf ancorato al passato e renderlo più divertente per tutti".

A fare da apripista sull'uso degli shorts è stato Darren Clarke, leader della selezione europea alla Ryder Cup, che la scorsa settimana ha chiesto e ottenuto che i giocatori della sua selezione potessero indossare pantaloni corti durante gli allenamenti dell'EurAsia Cup, visto il caldo asfissiante e l'alto tasso di umidità che c'era a Kuala Lumpur. Lo stesso Clarke è tornato a indossare gli shorts ieri, durante l'allenamento alla vigilia dell'HSBC Championship di Abu Dhabi, prima che la questione venisse affrontata dalla commissione dell'European Tour.

Ora i giudici di gara si consulteranno con i promotori locali dei tornei per assicurarsi che il look 'trasgressivo' dei giocatori sul green non offenda nessuno e che non ci siano obiezioni all'uso degli shorts. La rivoluzione però è ormai cominciata e c'è già chi spinge affinché anche gli organizzatori del PGA Tour seguano l'esempio.

"Mi piacerebbe vedere la stessa cosa nel PGA Tour, non ho sentito una sola persona lamentarsi per questo", ha sottolineato lo statunitense Jordan Spieth, numero uno del mondo. Dello stesso parere Rory McIlroy: "Perché no? Dipende se è comodo o no indossarli, ma -ha evidenziato il nordirlandese- non credo che tolga nulla alla tradizione del gioco, all'etichetta o al look dei giocatori in campo".

VECCHIA GUARDIA - "In campo con gli shorts? Non voglio fare il vecchio, ma non penso sia una cosa bella né giusta. Fino a qualche anno fa nemmeno i caddie potevano indossarli, ora anche i giocatori... non siamo mica il calcio". Costantino Rocca si esprime così, all'Adnkronos, sul via libera da parte dell'European Tour all'uso dei pantaloni corti durante allenamenti e Pro-Am.

"E non lo dico perché ho le gambe corte e non faccio una bella figura. Semplicemente, non mi sembra una cosa giusta", precisa il mito del golf italiano. "Se si va a giocare in un paese dove ci sono 45 gradi all'ombra potrei anche capire, ma qua non penso che sia necessario. Soprattutto se si vogliono mantenere certe tradizioni. Il nostro sport è anche trasmesso in televisione. Per carità -aggiunge-, ora i giocatori sono tutti giovani, belli e muscolosi. Non ci sono molti 'vecchi' in giro. Non voglio andare contro la nuova era e contro i giovani, ma penso che certe tradizioni debbano essere mantenute. E' come nel tennis: se a Wimbledon indossi qualcosa che non va, non giochi. Punto e basta".

"Mi sta bene tutto ma penso che per chi riconosce allo sport certi valori, anche d'immagine, vedere uno in mutande non sia un bel vedere. Poi magari se ha un bel fisico le ragazze andranno a guardarlo di più, ma io non sono d'accordo. Secondo Ian Poulter il golf dovrebbe sbarazzarsi delle vecchie regole troppo soffocanti? Lui non ha mai rispettato una regola, per quello lo dice -fa notare Rocca parlando dello stravagante giocatore inglese-. E' uno che fa sempre come dice lui, quindi dal suo punto di vista non c'è problema. Per quanto mi riguarda, non voglio fare il vecchio, ma andare in campo con gli shorts non è bello".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza