cerca CERCA
Mercoledì 26 Gennaio 2022
Aggiornato: 12:57
Temi caldi

Inps

Il lunedì ci si ammala di più...

05 dicembre 2017 | 12.51
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Nel 2016 sono stati trasmessi 12,6 milioni di certificati medici per il settore privato e 6,3 milioni per la pubblica amministrazione; il numero dei certificati di malattia trasmessi rispetto al 2015 presenta un aumento del 4,4% per il settore privato ed è in leggero calo (-0,03%) per la pubblica amministrazione. Sono i dati trasmessi dall'Inps. Il numero dei certificati medici nel 2016 presenta un’elevata stagionalità: è massimo nel quarto trimestre dell’anno per il settore privato (circa il 38%) e nel primo trimestre per il settore pubblico (circa il 32%) e minimo nel terzo trimestre (circa il 20% nel privato e il 15% nel pubblico).

La serie mensile dei certificati medici trasmessi nell’anno 2016 per il comparto privato presenta un andamento con valori massimi negli ultimi 3 mesi dell’anno e minimo a gennaio. Per il comparto della pubblica amministrazione invece i valori massimi si registrano nei primi tre mesi dell’anno e minimo ad agosto.

Con riferimento alla distribuzione regionale per il settore privato, in Lombardia si concentra la maggior parte dei certificati medici del 2016, con 2,7 milioni di certificati pari al 21,5%, seguita dal Lazio (11,2%); per la pubblica amministrazione, invece, al primo posto figura il Lazio con il 13,3% e la Sicilia con il 12,5%, e a seguire Lombardia (11,4%) e Campania (11,1%).

Nel settore privato, a fronte dell’aumento del 4,4% del numero dei certificati medici trasmessi nell’anno 2016 rispetto all’anno precedente, si evidenzia a livello regionale un incremento massimo in Sicilia (+6,3%) e minimo in Valle d’Aosta (+1,4%).

Nella pubblica amministrazione, data una sostanziale stabilità del numero dei certificati medici trasmessi nell’anno 2016 rispetto al 2015, si registra un incremento in Calabria del 7,5% e in Puglia del 4,0%, mentre nel Molise e nel Lazio si registra un decremento rispettivamente pari al 4,4% e 2,7% .

La distribuzione del numero degli eventi malattia per giorno di inizio della settimana nel 2016 è simile per entrambi i comparti, con frequenza massima il lunedì, 2,7 milioni di eventi per il settore privato e 1,3 milioni per la pubblica amministrazione, pari rispettivamente al 29,6% e al 26,8% del totale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza