cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Commercio estero: Istat, export +0,4% ad ottobre, +2,9% su anno

16 dicembre 2014 | 10.44
LETTURA: 3 minuti

A ottobre 2014 l’avanzo commerciale è di 5,4 miliardi (+3,8 miliardi a ottobre 2013). Al netto dell’energia, la bilancia risulta in attivo per 8,7 miliardi.

alternate text
Produzione automobili (Infophoto)

''Rispetto al mese precedente, a ottobre 2014 si rileva un aumento delle esportazioni (+0,4%) e una diminuzione delle importazioni (-0,9%)''. Lo rileva l'Istat. ''L’aumento congiunturale dell’export è la sintesi della crescita delle vendite verso i mercati Ue (+1,8%) e della flessione di quelle verso l’area extra Ue (-1,2%). Al netto dei prodotti energetici (+11,8%), la crescita delle vendite all’estero risulta stazionaria; solo quelle di beni di consumo sono in espansione (+1,5%)'', prosegue la nota.

''La diminuzione congiunturale delle importazioni è determinata dalla flessione degli acquisti sia dall’area extra Ue (-1,1%) sia dall’area Ue (-0,7%). In forte diminuzione l’import di prodotti energetici (-4,6%). Nel trimestre agosto-ottobre 2014, la dinamica congiunturale dell’export risulta positiva (+1,2%) per entrambe le aree, con un incremento più accentuato verso i paesi extra Ue (+1,7%)'', prosegue l'Istat.

''A ottobre 2014, l’incremento tendenziale registrato per le esportazioni (+2,9%) è trainato dalle vendite verso l’area Ue (+4,7%). L’aumento in valore riflette soprattutto la positiva dinamica dei valori medi unitari (+2,8%), mentre l’incremento in volume (+0,2%) risulta molto più contenuto. Nello stesso mese, la diminuzione tendenziale delle importazioni (-1,6%) è da ascrivere alla forte flessione degli acquisti dall’area extra Ue (-7,7%). A ottobre 2014 l’avanzo commerciale è di 5,4 miliardi (+3,8 miliardi a ottobre 2013). Al netto dell’energia, la bilancia risulta in attivo per 8,7 miliardi''.

''Nei primi dieci mesi dell’anno l’avanzo commerciale raggiunge i 33,6 miliardi (era di 22,8 miliardi nello stesso periodo dell’anno precedente) e, al netto dei prodotti energetici, i 70,4 miliardi'', rileva l'Istat. ''Nello stesso periodo si registrano una diminuzione dell’import (-1,8%) e una crescita tendenziale dell’export (+1,6%), più ampia al netto dei prodotti energetici (+2,2%). Le esportazioni e le importazioni in volume sono in contenuto aumento per entrambi i flussi (rispettivamente +0,3% e +0,8%)'', continua la nota.

''A ottobre 2014 la crescita tendenziale dell’export è molto sostenuta per Belgio (+21,8%) e Polonia (+21,2%). In forte crescita le vendite di autoveicoli (+14,5%), prodotti dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca (+11,6%) e mezzi di trasporto, esclusi autoveicoli (+10,9%). Gli acquisti da paesi Opec (-29,9%) e Russia (-18,6%) sono in marcata flessione. L’import di petrolio greggio (-26,1%) e di gas naturale (-35,0%) è in forte contrazione'', conclude l'Istat.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza