cerca CERCA
Sabato 15 Maggio 2021
Aggiornato: 00:15
Temi caldi

Il mea culpa di Boeing

17 giugno 2019 | 08.34
LETTURA: 2 minuti

L'amministratore delegato Muilenburg: "E' stato un errore come abbiamo gestito il sistema di avviso in cabina nei 737 Max"

alternate text
(Afp) - AFP

"E' stato un errore come abbiamo gestito il sistema di avviso in cabina nei 737 Max. Ci sarà maggiore trasparenza, stiamo lavorando per riportare il velivolo nei cieli". E' quanto ha detto l'amministratore delegato di Boeing, Dennis Muilenburg, riferendosi al fatto che l'azienda fosse "convinta" che la luce presente nella strumentazione, in grado di avvertire il pilota di un problema al sistema anti stallo, fosse attiva in tutti gli aerei venduti. Al contrario, Boeing ha spiegato come fosse necessario l'acquisto di un componente separato che attivasse la segnalazione di eventuali malfunzionamenti. A causa dei problemi al sistema anti stallo, due 737 Max sono precipitati provocando la morte di 346 persone. Le due compagnie aeree coinvolte, Lion Air e Ethiopian Airlines, non avevano acquistato il componente necessario.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza