cerca CERCA
Martedì 29 Novembre 2022
Aggiornato: 12:56
Temi caldi

Calcio

Milan, esonerato Montella

27 novembre 2017 | 11.05
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Afp) - AFP

Il Milan ha esonerato Vincenzo Montella e affidato la panchina della prima squadra a Rino Gattuso, attuale allenatore della primavera. Lo comunica il Milan sul suo profilo Twitter.

"Auguro a Rino di riportare il Milan dove merita" ha scritto Montella su Twitter. "Allenare il Milan è stato un onore, lavorare con questo gruppo ancor di più - ha proseguito il tecnico campano - Ringrazio i tifosi per il loro sostegno, Fassone e Mirabelli per l’opportunità e il mio staff che mi ha supportato in ogni momento".

Poi, all'uscita da Milanello, ha dichiarato: "Sono dispiaciuto perché vedevo che la squadra mi seguiva e stava crescendo ma il calcio è così, molto spesso le sorti di un allenatore dipendono da centimetri, lo accetto. Ringrazio la società, Mirabelli e Fassone in primis, che mi sono stati vicini".

"Mi resta l'orgoglio di aver allenato la squadra che mi porterò sempre nel cuore e di cui sono tifoso fin da bambino. Qualche piccola soddisfazione come allenatore c'è anche stata: abbiamo vinto una Coppa e riportato il Milan in Europa dopo qualche anno, un po' di numeri positivi ci sono, dispiace in questo momento e questa tempistica perché la squadra stava crescendo - ha detto il tecnico campano ai microfoni di Sky Sport - Auguro il meglio ai giocatori perché se lo meritano, è un gruppo veramente sano. Auguro buon lavoro di cuore a Rino che è un amico, una persona leale di cui ci si può fidare".

"Colpe? E' sempre colpa dell'allenatore se non sono state rispettate, nell'immediato, delle ambizioni e dei programmi prefissati a inizio stagione, si sono un po' alzate le aspettative e abbiamo sbagliato un po' tutti in questo ma sotto la parte tecnica è soltanto colpa mia - ha concluso - Ho ringraziato la squadra, gli ho detto di dare il massimo supporto al nuovo allenatore e che ce la faranno a venir fuori da questa situazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza