cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 09:23
Temi caldi

Comunicato stampa

Il mondo forense si mobilita: accoglienza, solidarietà e strumenti di assistenza legale a supporto della popolazione ucraina

04 aprile 2022 | 12.43
LETTURA: 2 minuti

Si è tenuto il 30.03.2022 l’incontro organizzato dal Centro Studi Borgogna dal titolo “Cosa possiamo fare per l'Ucraina: accoglienza, assistenza, solidarietà”. Sono intervenuti il Presidente del CSB, l’Avv. Fabrizio Ventimiglia per i saluti iniziali e l’Avv. Patrizia Giannini, partner di Kairos LBC, quale moderatore.

L’incontro è stato diviso in due parti, durante la prima sono intervenuti, la Direttrice della Comunicazione Fondazione AVSI, Dott.ssa Maria Laura Conte, la quale, rientrata da pochi giorni dall’Ucraina, ha raccontato come gli aiuti raccolti in Italia vengono distribuiti sul territorio ucraino, e poi, il Presidente de “Il Sogno di Ale Onlus”, Raffaele Bianchi, il quale ha illustrato i vari interventi che - con la Onlus e con l’aiuto straordinario di tanti generosi donatori - si stanno sostenendo nel reparto di Oncologia Pediatrica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano ove sono già giunti 20 bambini con patologie oncologiche.

Nella seconda parte dell’evento hanno preso la parola gli organismi più rappresentativi dell’Avvocatura. Il primo intervento è stato dell’Avv. Francesca Sorbi, Consigliera del Consiglio Nazionale Forense, Capo Delegazione del CNF al Consiglio degli Ordini Forensi Europei. La Consigliera Sorbi ci ha illustrato come il CNF, sin dai primissimi giorni dell’inizio del conflitto, si sia attivato con una vera chiamata alla solidarietà inviando una comunicazione a tutti i Consigli dell’Ordine sul territorio nazionale invitando, tra l’altro, all’istituzione di “contact point” per i rifugiati in arrivo in Italia, che, ad oggi, sono oltre 72.000. Il secondo intervento è stato quella dell’Avv. Paola Boccardi, Vice Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano che ha illustrato i tanti interventi posti in essere dal Consiglio da lei rappresentato: oltre il suddetto “contant point” - attivo sin dal 7.3.2022, cha ha visto una massiccia adesione da parte degli avvocati per attività di accoglienza pro bono - anche la grande attività di raccordo tra il Tribunale dei Minori, il Comune, le Questure, il Consolato ucraino, ecc. proprio per far fronte all’emergenza e agevolare l’integrazione

delle persone in arrivo sul territorio milanese. Il terzo ospite è stato l’Avv. Darya Kondratyeva, Membro della Commissione dei Rapporti Internazionali dell'Ordine degli Avvocati di Milano, anche notaio e avvocato ucraino che ha constatato la situazione che stanno vivendo colleghi ucraini e russi e quali siano i provvedimenti del 04.03.2022 e del 29.03.2022 assunti in conseguenza dell’applicazione della Direttiva europea del 2001, n. 55 con la quale è esteso a tutti i rifugiati ucraini in Europa il diritto di ottenere, con una procedura più snella, il permesso di soggiorno temporaneo speciale, il quale permette, tra l’altro, di poter svolgere regolari attività lavorative. In ultimo, l’intervento dell’Avv. Antonino La Lumia, Presidente Movimento Forense che ha illustrato i vari interventi posti in essere dai diversi Consigli dell’Ordine per far fronte all’emergenza.

L’evento si è tenuto in diretta sui canali social Facebook, LinkedIn e YouTube del Centro Studi Borgogna. Al seguente link è possibile rivedere tutti gli interventi: https://www.youtube.com/watch?v=hBGqMQVE6uk.

Contatti:

Alessio Masi Adnkronos Comunicazione

email: alessio.masi@adnkronos.com

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza