cerca CERCA
Martedì 28 Settembre 2021
Aggiornato: 10:35
Temi caldi

Migranti: padre Aylan lancia appello tv al mondo

23 dicembre 2015 | 10.57
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Aylan, il bambino siriano annegato al largo delle coste della Turchia, diventato un simbolo della tragedia dei migranti (Foto Twitter)

Il padre di Aylan, il bambino siriano annegato al largo delle coste della Turchia, diventato un simbolo della tragedia dei migranti, lancerà un appello in tv, il giorno di Natale, affinché il mondo "apra le sue porte ai rifugiati".

Nel video, la cui trascrizione è stata pubblicata dal canale televisivo britannico Channel 4, l'uomo dice: "Il mio desiderio è che tutto il mondo apra le sue porte a siriani. Quando qualcuno ti chiude la porta in faccia, tutto diventa difficile". Mentre "quando le porte si aprono, non c'è più umiliazione". Quindi, rivolgendosi direttamente agli spettatori, chiede di "prendere in considerazione il dolore di padri, madri e bambini che cercano pace e sicurezza".

Oltre ad Aylan, trovato morto lo scorso settembre sulla spiaggia nell'isola greca di Kos, nella traversata l'uomo ha perso anche la moglie e un altro figlio.

Secondo un comunicato congiunto dell'organizzazione internazionale per le migrazioni e dell'Unhcr, "sono 972mila le persone che finora hanno attraversato il Mediterraneo (...) e oltre 34mila quelli che, dopo aver attraversato la Turchia, si sono arresi in Bulgaria e Grecia".

Quest'anno, gli arrivi via mare sono stati circa cinque volte di più che nel 2014.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza