cerca CERCA
Martedì 27 Luglio 2021
Aggiornato: 16:08
Temi caldi

"Il Papa esorta la Chiesa affinché ogni abuso venga scoperto e punito"

30 giugno 2020 | 10.59
LETTURA: 1 minuti

Il Vaticano riferisce del "mandato" del Santo padre dopo l'appello di 635 fedeli a seguito dei casi di pedofilia in Polonia

alternate text
Papa Francesco (Fotogramma)

(di Enzo Bonaiuto) - La pedofilia e gli abusi sessuali su minori e persone deboli sono reati gravissimi e la Chiesa deve compiere ogni sforzo per scoprirli, per denunciarli e per punirli. E' il chiaro 'mandato' di Papa Francesco, come si sottolinea in una dichiarazione del portavoce vaticano Matteo Bruni, rispondendo ai giornalisti dopo l’appello pubblicato ieri a proprie spese da 635 fedeli polacchi.

"Il Santo Padre è informato dell’appello di un gruppo di fedeli polacchi e prega per coloro che lo hanno rivolto. La Chiesa tutta deve fare il possibile perché venga applicata la normativa canonica, i casi di abuso vengano allo scoperto e i colpevoli di questi gravi delitti siano puniti", è la posizione espressa dal Vaticano.

"Ripara la nostra Chiesa!" è il titolo dell’appello rivolto al Pontefice. "Ti supplichiamo! - scrivono i firmatari al Papa - Guarda con premura alla Chiesa in Polonia, dove si sono verificati casi di pedofilia e la lealtà verso l’istituzione è cieca e sorda, più importante del bene delle vittime", si denuncia nel testo, ripreso da Vatican News.

I firmatari lamentano "la mancanza di una reazione decisiva della gerarchia ecclesiastica" e sottolineano che certi comportamenti colpiscono l’unità della Chiesa, "perché ci divide tra quelli che sono preoccupati per l’immagine dell’istituzione e quelli che hanno a cuore il bene delle vittime".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza