cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 23:03
Temi caldi

Calcio: patron Red Bull come i nazisti, bufera su tifosi Aue in Germania

07 febbraio 2015 | 16.35
LETTURA: 3 minuti

Durante il derby della Sassonia sono stati esposti due striscioni in cui i sostenitori dell'RB Lepzig e il magnate austriaco, principale sponsor del club, vengono paragonati ai seguaci di Hitler. La Dfb ha aperto un'inchiesta che potrebbe portare a dure sanzioni

Dietrich Mateschitz in uniforme nazista e i tifosi della sua squadra paragonati ai seguaci di Hitler. E' questo il senso degli striscioni esposti dagli ultrà dell'Erzgebirge Aue, club della seconda divisione tedesca, durante il derby della Sassonia vinto per 2-0 contro l'RB Leipzig. L'episodio, avvenuto ieri, ha fatto gridare allo scandalo l'opinione pubblica e i media in Germania ed ora è al centro di un'indagine della federcalcio tedesca (Dfb).

All'inizio del secondo tempo, nella curva occupata dai sostenitori dell'Aue, è apparso uno striscione con su scritto: "Un austriaco chiama e voi lo seguite ciecamente. Ogni bambino sa come va a finire. Sareste stati buoni nazisti". Su un altro striscione esposto più in basso Mateschitz, il magnate austriaco patron della Red Bull che sponsorizza l'RB Leipzig, è stato raffigurato in uniforme nazista con la scritta: "Dall'Austria solo il meglio per la Germania". L'Aue ha preso le distanze dai propri tifosi con una dichiarazione inequivocabile del suo presidente, Helge Leonhardt: "Noi non vogliamo avere nulla a che fare con persone che portano striscioni allo stadio con tali detestabili contenuti. Dobbiamo e vogliamo chiedere scusa all'RB Leipzig".

Al termine del match, i tifosi dell'Aue hanno invaso il campo e lanciato palle di neve ai giocatori del Leipzig. Il club ospite non si è ancora espresso su quanto accaduto. La Dfb ha stigmatizzato l'episodio e ha annunciato l'apertura di un'indagine che potrebbe portare a dure sanzioni nei confronti dell'Aue. "La Dfb condanna questo incidente. I paragoni con il nazismo non possono essere tollerati. Ci aspettiamo che l'Aue faccia chiarezza su quanto accaduto e che i responsabili vengano identificati", ha affermato il vicepresidente della Dfb, Rainer Koch.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza