cerca CERCA
Martedì 22 Giugno 2021
Aggiornato: 18:31
Temi caldi

Brasile 2014: il rigore di Gianfranco Teotino/Adnkronos

10 luglio 2014 | 18.03
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Xinhua)

Ascolti Scolari all'indomani della disfatta e ti viene voglia di rivalutare Prandelli. Sì, d'accordo lui ha abbandonato la nave affondata e ha chiesto asilo calcistico alla Turchia prima ancora che noi tutti capissimo bene cos'era successo. Ma almeno non si era prodotto in autodifese così decise e arroganti come quelle di Filippone. Che si è presentato in conferenza stampa sventolando un foglio con il bilancio della sua gestione. Vi ricorda qualcuno? Ha dato i numeri.

Nell'ultimo anno e mezzo, ha detto, abbiamo vinto 8 partite, ne abbiamo pareggiate 2 e persa solamente una. Come se fosse normale perdere 7-1 una semifinale mondiale in casa. Alla sua gente disperata non ha mai chiesto scusa. Anzi, ha detto di essere soddisfatto del lavoro svolto. ''Eccellente''. Oscurato soltanto da sei minuti, nei quali nessuno secondo lui ha capito bene che cosa è successo. Veramente, abbiamo capito benissimo: il Brasile di Felipao Scolari in quei sei minuti ha mostrato che il re era nudo, una squadra costruita solo sulle motivazioni, sulla psicologia, senza i suoi due unici campioni, è crollata di fronte a undici atleti che giocavano al calcio. Prandelli si è dimesso, Scolari per ora no.

Al vice presidente della Federazione Delfim Peixoto che gli chiedeva di farsi da parte, ha risposto: ma Delfim con la sua squadretta di Santa Catarina che cosa ha vinto? solo una coppetta quando allenavo io la squadra, senza di me non era nessuno. Molto elegante. A proposito di eleganza. Pensate che Wagner Ribeiro, procuratore di Neymar, cioè dell'uomo che aveva tenuto in vita il Brasile, dell'uomo al quale il ct aveva comunque affidato le sorti della squadra, di Scolari ieri ha detto: ''E' arrogante, antipatico, presuntuoso, ridicolo e anche stronzo''. Ecco…

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza