cerca CERCA
Giovedì 17 Giugno 2021
Aggiornato: 07:42
Temi caldi

Il rigore di Gianfranco Teotino, eroi ai Mondiali ma bocciati in Serie A

30 giugno 2014 | 16.12
LETTURA: 3 minuti

Giustifichiamo la disfatta della Nazionale con i difetti del campionato italiano e poi scopriamo che i protagonisti del Mondiale, magari non proprio i top player, in Serie A ci giocano o ci sono passati e non li abbiamo capiti

alternate text
Julio Cesar (Infophoto)

Ricapitolando. Julio Cesar, gettato via dall'Inter come un ferro vecchio con tanto di certificazione medica sulla sua schiena a pezzi, diventa salvatore della patria (ieri non c'era un titolo diverso su di lui) e scongiura il più grande dramma sportivo del Brasile dai tempi del Maracanazo. Nella Colombia di James Rodriguez e di Cuadrado, l'eccellente linea difensiva è formata da: Zuniga, Napoli, fermo per infortunio durante tutta la stagione italiana; Zapata, Milan, panchinaro in una squadra che quest'anno ha battuto ogni record di gol presi di teta; Yepes, pensionato dallo stesso Milan e finito all'Atalanta; Armero, fin qui con l'argentino Rojo miglior terzino sinistro del Mondiale, che il Napoli sta cercando in tutti modi di vendere.

L'Olanda riesce a ribaltare nel finale un partita già persa grazie a un golazo di Sneijder, altro scarto dell'Inter, e all'ingresso e al rigore di Huntelaar, passato nel Milan senza lasciare tracce. Persino nella Grecia, Papastathopoulos, prima genoano e poi anche lui milanista desaparecido, segna il gol della speranza ed è il migliore dei suoi, insieme a Christodoulopoulos, appena retrocesso in Serie B con il Bologna.

C'è qualcosa che non torna. Giustifichiamo la disfatta della nostra Nazionale con i difetti del campionato italiano, poco allenante secondo Capello, ma non soltanto secondo lui, e poi scopriamo che i protagonisti del Mondiale, magari non proprio i top player, in Serie A ci giocano o ci sono passati e non li abbiamo capiti. Allora il campionato italiano allena o non allena? O forse siamo noi, con le nostre stupide tensioni e pressioni, con i nostri esasperati tatticismi, a rovinare i calciatori?

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza